Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Regionali Sicilia 2012

Regionali 2012: il programma di Claudio Fava e i primi cinque “assessori”

Fava in conferenza stampa presenta il suo programma "interattivo" che permetterà a chiunque di valutare e dare il proprio contributo direttamente sul sito

“La buona politica deve essere trasparente anche dicendo ciò che vuole fare. Ciò che noi vogliamo fare abbiamo cominciato a spiegarlo presentando questa mattina i primi cinque assessori della squadra”. Lo ha detto Claudio Fava oggi a Palazzo dei Normanni nel corso di una conferenza stampa a Palermo.

I primi “assessori” sono: 1) Adriana Laudani, avvocato amministrativista, già parlamentare regionale indicata per la Riforma della Regione, Decentramento e Partecipazione; 2) Lia Fassari, docente di sociologia del lavoro alla Sapienza, indicata ai Saperi, Formazione e Diritto allo studio; 3) Renato Costa, medico, alla Salute; 4) Luca Nivarra, giurista, esponente dei movimenti referendari di Rodotà indicato al Territorio, Ambiente e Beni comuni; 5) Ninni Bruschetta, attore e regista teatrale, indicato alla Cultura.

“I cinque primi esponenti della squadra di governo rappresentano tutti profili alti e competenze specifiche che mettiamo al servizio dei siciliani. Nessuna indicazione di partiti”, ha spiegato Fava.

Fava ha ricordato che un altro contributo alla trasparenza e alla partecipazione, in una fase preoccupante di disaffezione dalla politica, è stato quello di mettere il programma a disposizione dei siciliani sul web. Si tratta di un programma interattivo che permetterà a chiunque di valutare e dare il proprio contributo direttamente sul sito. La versione definitiva del programma, prima del voto, verrà licenziata tenendo conto degli arricchimenti offerti dagli elettori. Questo è il primo caso in Italia di un piano di governo costruito con strumenti di democrazia telematica non tra gli iscritti ad un partito o un gruppo, ma tra tutti i siciliani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali 2012: il programma di Claudio Fava e i primi cinque “assessori”

CataniaToday è in caricamento