Terzo sondaggio di Datamonitor: resta in testa Nello Musumeci

Ecco i risultati del terzo sondaggio di Datamonitor sulle prossime elezioni regionali in Sicilia: nelle intenzioni di voto rilevate, resta in testa Nello Musumeci, in lizza per Pdl, Cantiere Popolare e La Destra

Ecco i risultati del terzo sondaggio di Datamonitor relativo alle intenzioni di voto per l'elezione del nuovo Presidente della Regione e dei deputati che comporranno l'Assemblea Regionale. Nelle intenzioni di voto rilevate, resta in testa Nello Musumeci, in lizza per Pdl, Cantiere Popolare e La Destra che però vede scendere le sue preferenze di un punto percentuale: 30% dei consensi contro il 31 della scorsa settimana.

Il suo diretto avversario Rosario Crocetta, candidato di Pd ed Udc cresce: 28% di voti, confermando il trend di un punto percentuale di crescita come nella precedente rilevazione Datamonitor. Invariata anche la terza posizione con Gianfranco Miccichè, in quota Grande Sud, Fli e Partito dei Siciliani che mantiene il 20% delle intenzioni di voto.

Stessa tendenza anche per Claudio Fava, candidato di Sel ed Idv che mantiene il 10% dei consensi come nel secondo sondaggio. Giancarlo Cancelleri del Movimento Cinque Stelle mantiene il risultato dell'8%. In questo sondaggio, inoltre, entrano in 'classifica' anche altri candidati, segno che la campagna elettorale sta entrando nel vivo della competizione: Cateno De Luca del Movimento Rivoluzione siciliana ottiene il 2%; Mariano Ferro dei Forconi e Davide Giacalone del Movimento LeAli alla Sicilia raggiungono l'1% dei voti.

Resta alta la percentuale con un 42,6% fra indecisi e votanti pronti a inserire nell'urna schede bianche o nulle. In calo rispetto al 46% della scorsa settimana. Tra le liste per il rinnovo dell'Ars, danno sempre il Pdl al primo posto fra i partiti ma con un evidente calo rispetto alla rilevazione della scorsa settimana quando il Popolo della Liberta' era dato al 22%. Adesso perde tre punti percentuali attestandosi al 19%. Secondo partito e' il Pd che mantiene il suo 18%, quindi il Mpa-Partito dei siciliani che perde mezzo punto percentuale passando dal 12 all'11,5%. Invariato il risultato ottenuto dall'Udc che mantiene il suo 10% di voti. Quinto fra le rilevazioni sui partiti, il Movimento 5 Stelle con un -1 passando dall'8 al 7%. Quindi Grande Sud che guadagna mezzo punto e tocca il 6,5% delle preferenze. Cresce La Destra che passa dal 4 al 6% dei consensi. Come cresce l'apprezzamento per Sel che recupera un punto percentuale dal 3,5 al 4,5%. Stabili i valori rilevati per il Pid e per Fli che mantengono rispettivamente il 4% e il 2% dei voti. Perde invece l'IdV di Antonio Di Pietro e del sindaco Leoluca Orlando che passa dal 4,5% della rilevazione della scorsa settimana al 4%. Federazione della Sinistra all'1,2 con un -0,3% rispetto alla scorsa settimana e invariato lo 0,5% attribuito ai Verdi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia dei carabinieri, 38 arresti: nuovo colpo al clan Santapaola-Ercolano

  • In manette i "broker" della droga sotto il segno del Malpassotu e dei Santapaola

  • Lido "Le Capannine", armi e stupefacenti nei bungalow: arrestato Salvatore Raciti

  • Incidente stradale nell'incrocio tra via Umberto e via Musumeci: passeggino travolto da una macchina

  • Violati i sigilli al laboratorio dell'Etoile d'Or: nuova ispezione e chiusura del bar

  • Blitz antimafia contro Cosa nostra etnea, i nomi degli arrestati

Torna su
CataniaToday è in caricamento