Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Claudio Fava chiude la campagna elettorale: "Musumeci deve rimediare a qualche errore di comunicazione"

 

"Questi sono i primi passi. Non li abbiamo fatti tutti e cento. Abbiamo cominciato adesso a farli e devo dire che la risposta che abbiamo ricevuto é di gran passione e di grande fiducia, persino inaspettata. Forse i siciliani, se ti rivolgi a loro chiedendo uno scatto di virilità, di qualità, di libertà, sanno rispondere. Se li sfidi sull'orgoglio, se chiedi loro di sentirsi liberi di fidarsi di un progetto che parla a tutti, ti sanno rispondere bene''.

Lo ha detto il candidato alla presidenza della Regione Siciliana Claudio Fava incontrando i giornalisti a Catania insieme all'attore Leo Gullotta in occasione di un comizio nel mercato storico della pescheria organizzato a chiusura della campagna elettorale della lista Cento Passi per la Sicilia.

''Il futuro di quest'Isola - ha aggiunto Fava - lo vedo diverso dal presente che ci consegnano, che è un presente rassegnato, di assistenzialismo, di precarietà che è diventata una condizione permanente delle vita, di una regione ridotta ad un bancomat, di piccole spese una dietro l'altra, dell'inseguimento del consenso ad ogni costo''.

''È un futuro - ha continuato Fava - in cui questa terra riesca a darsi un'idea di sé, una sua visione, un progetto materiale ed immateriale e che tutte le risorse, le intelligenze, le funzioni della politica concorrano al raggiungimento di quel progetto".

Potrebbe Interessarti

Torna su
CataniaToday è in caricamento