rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Regionali Sicilia 2017

Guerra fratricida nel Pd etneo, Barbagallo: "Qualche pusillanime straparla di turismo"

In uno spazio elettorale sul quotidiano La Sicilia, il candidato dell'area Cgil Angelo Villari sembra scagliarsi contro l'assessore Anthony Barbagallo che, da parte sua, scrive un durissimo post su Facebook

Ad aver inferto la prima 'coltellata', in quella che sembra la notte dei lunghi coltelli del Partito democratico etneo, è il candidato alle regionali, ed ex segretario catanese della Cgil Angelo Villari. Al centro della querelle, questa volta, il Turismo. In uno spazio elettorale acquistato sul quotidiano La Sicilia, l'ex assessore al Welfare del comune di Catania si scaglia infatti contro quella che definisce "un'idea generalista di poltica sul Turismo che distribuisce solamente risorse a pioggia". 

L'attacco di Villari

Per quanto riguarda il bersaglio dell'attacco, è impossibile non pensare all'attuale assessore regionale al ramo, Anthony Barbagallo, dominus dei paesi etnei e anch'egli candidato all'Assemblea regionale siciliana. E, recentemente, attaccato da più parti per la sua idea di sviluppo turistico che, secondo alcuni, sarebbe incentrata sul moltiplicarsi di sagre e fiere di paese. "Dobbiamo, invece, puntare sulla valorizzazione del nostro patrimonio artistico, culturale e gastronomico - continua Villari nel suo annuncio - attraverso una programmazione seria, ed una progettualità che crei un legame duraturo con il turista".  

La risposta di Barbagallo

La risposta di Barbagallo non tarda ad arrivare. E, come spesso accade in questi ultimi anni, viene riservata alla platea di Facebook. Dove, in un post al vetriolo pubblicato questo pomeriggio, l'assessore usa toni durissimi. 

"I nostri successi nel campo della programmazione turistica, in questi due anni, sono sotto gli occhi di tutti - scrive Barbagallo - la riapertura del teatro greco romano di Catania, la valorizzazione di Morgantina, il programma Anfiteatro Sicilia; i Treni dei Castelli, i Treni del Vino, le Strade degli Scrittori, i percorsi delle vie Francigene, il salvataggio del Teatro Stabile, il ritorno del Giro d'Italia, l'imminente arrivo della Nazionale di Rugby. Cito le prime cose che mi vengono in mente per non annoiarvi".

"Nonostante questo - affonda l'assessore - qualche pusillanime che non hai mai preso posizione su nulla nella sua vita, se non per tutelare la sua grande famiglia, straparla di turismo. I tempi, amici miei, sono questi, purtroppo. Io dico che una risata li seppellirà (insieme al giudizio degli elettori)". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra fratricida nel Pd etneo, Barbagallo: "Qualche pusillanime straparla di turismo"

CataniaToday è in caricamento