rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Politica

Emergenza profughi, l'assessore Lombardo in commissione: "Il Comune si sta organizzando"

Audito nel corso della seduta dell'ottava commissione, presieduta da Sebastiano Anastasi, l'esponente della giunta ha tracciato le varie fasi della macchina dell'accoglienza catanese

Su richiesta del Movimento Cinque Stelle, che aveva presentato un ordine del giorno, si è fatto nel corso della seduta dell'ottava commissione odierna il punto sulla macchina della solidarietà messa in campo dal Comune in merito alla delicata situazione ucraina. Il documento dei pentastellati Bonaccorsi e Diana aveva impegnato "l’amministrazione a sostenere eventuali iniziative di solidarietà verso il popolo ucraino e ad attivarsi presso la Prefettura di Catania e le istituzioni sovracomunali per reperire spazi per l’ospitalità di eventuali profughi". 

L'assessore ai Servizi Sociali Giuseppe Lombardo ha fatto il punto: "Siamo in continuo coordinamento con la prefettura sin da lunedì ma già da prima vi sono state interlocuzioni su questa emergenza anche con il commissario Covid Liberti e con il terzo settore. Siamo in una fase di prima emergenza che prevede una accoglienza "leggera" e quindi differente da quella prevista, per esempio, per i flussi provenienti dal nord Africa".

"Ho riscontrato una grande disponibilità per trovare soluzioni abitative emergenziali - prosegue l'assessore - e al momento abbiamo in città, tra la locanda del Samaritano e le Suore di Madre Teresa di Calcutta, circa 6 persone provenienti dall'Ucraina con minori al seguito. Ci aspettiamo successivamente indicazioni dal governo per capire come gestire l'emergenza e quindi trovare nuovi posti. Al momento abbiamo chiesto al ministero di incrementare l'offerta dei posti della rete Sai destinata alle donne vittime di violenza". Su questo ultimo aspetto sono stati ricavati complessivamente dieci posti dedicati alle donne che fuggono dalla guerra in Ucraina.

Un'altra novità anticipata in commissione da Lombardo è quella della creazione di un punto di raccolta per beni di prima necessità in via Nobili, nella sede della protezione civile. A breve sarà l'assessore Michele Cristaldi a dare i dettagli operativi della raccolta solidale.

Il presidente dell'ottava commissione Anastasi ha chiosato: "Questa seduta era importante perché abbiamo dato informazioni alla città. Debbo dire che abbiamo ricevuto dai cittadini centinaia richieste di chiarimenti per sapere come poter aiutare il popolo ucraino. Una valanga di solidarietà: c'è chi vuole donare, chi è disposto ad accogliere ed ospitare i profughi, chi vuole prendere in affidamento i bambini. E' emerso quindi un quadro delle prime azioni del Comune e la commissione - che si occupa di Servizi Sociali e Diritti Umani - ha reso edotta la città".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza profughi, l'assessore Lombardo in commissione: "Il Comune si sta organizzando"

CataniaToday è in caricamento