Marano (M5S): “Emigrazione è un dramma, dati sconcertanti nelle scuole"

All'emigrazione si aggiunge un tasso del 22 per cento di abbandono scolastico: il doppio della media europea

La deputata all’Ars del Movimento Cinque Stelle Jose Marano interviene a seguito della diffusione dei dati sul drastico calo degli alunni in Sicilia e chiede, al governo regionale, un impegno a sostegno delle famiglie che sono costrette ad emigrare o che non possono permettersi l’arrivo di un figlio.

“La vera emergenza della nostra terra – spiega Jose Marano – è l’emigrazione. Un problema di cui si parla poco e di cui si deve far carico in primis la Regione Siciliana. Stiamo diventando una terra che, anno dopo anno, si sta desertificando. I dati diffusi dall’Ufficio Scolastico Regionale ci dicono che quest’anno entreranno in classe 715mila alunni, ben 12251 in meno rispetto allo scorso anno”. “Un dato impressionante – prosegue la deputata – che racchiude l’emergenza siciliana: le nascite calano, tante famiglie sono costrette a trasferirsi al nord o all’estero per lavorare, la mancanza di servizi adeguati che peccano di qualità. A ciò aggiungiamo un tasso del 22 per cento di abbandono scolastico: il doppio della media europea. Un problema gravissimo che vede in fuga il “Futuro” della nostra terra. Per questa ragione presenterò una interrogazione nella quale chiederò a questo governo come intenda fronteggiare questa situazione di emergenza e quali sono le politiche attive a sostegno delle giovani famiglie con figli per mettere un freno all'emigrazione di massa che la Sicilia sta subendo. Non possiamo restare a guardare: chi amministra ha il dovere di intervenire”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento