Forza Italia, lascia anche Dario Moscato, coordinatore giovanile

La decisione arriva mentre sono in corso di svolgimento le elezioni europee

“Ora, mentre i giochi alle europee si sono chiusi, con la coscienza a posto, posso dire pubblicamente: lascio Forza Italia. Non riconosco più il partito nel quale ho militato in questi lunghi anni. FI in Sicilia ha deliberatamente sacrificato l’impegno di diverse comunità territoriali e da qualche tempo ha deciso di ammiccare pericolosamente al PD ed ambienti di sinistra”.

Con questa dichiarazione Dario Moscato, dopo aver ratificato giorni fa le proprie dimissioni da coordinatore regionale Fig in Sicilia, rassegna le proprie dimissioni da FI e rimette il suo mandato di “Responsabile Nazionale dell’Organizzazione di FI Giovani” nelle mani del coordinatore Nazionale Stefano Cavedagna. La decisioni dei vertici di Forza Italia, di escludere alle elezioni europee un candidato della provincia di Catania rappresentativo della Sicilia orientale, è stata determinante. “Lascio il partito, e lo faccio nel momento in cui ad esso non posso nuocere. Sono stato abituato a costruire e non a demolire, ho deciso di uscire in punta di piedi, senza nulla rivendicare. Chi come me ha fatto politica ed ha sempre rivendicato l’autonomia del mondo giovanile dal partito, capirà che la mia attesa nel dare questa comunicazione è dovuta al rispetto dei ruoli e delle regole.”.

“Per quanto dolorosa la mia decisione, e quella di tanti dirigenti giovanili, che per molti hanno investito tempo e passione nel movimento giovanile - spiega Moscato- tra i quali: Alessio Sequenzia Vicepresidente Nazionale di Azione Universitaria, Andrea Maiorana Coordinatore Provinciale FIG Catania,Fabrizio Parla Coordinatore Provinciale FIG Caltanissetta, Milena Licitra Coordinatore Provinciale FIG Ragusa, Angelo Artale e Gaetano Agosta Dirigenti regionali FIG, Antonio Scollo Presidente Provinciale AU Catania, Ferdinando Cammarata Consigliere al Nucleo di Valutazione Unict . E’ la logica conseguenza di un percorso di crescita umana e politica, che ci ha visto sempre dalla stessa parte, senza mai cambiare un partito e valori di riferimento. Cominciai a fare politica quando avevo 15 anni, ormai 19 anni fa, sempre insieme a Salvo Pogliese, Basilio Catanoso ed a tanti giovani amici, oggi classe dirigente del nostro territorio". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ringrazio il presidente Silvio Berlusconi per la fiducia dimostrata all’intero movimento giovanile; il coordinatore Nazionale Fig Stefano Cavedagna e l’intero Ufficio di Presidenza per aver capito la mia scelta. Per me non è affatto facile prendere questa decisione visto l’enorme impegno espresso in Forza Italia. Ho lottato con le unghie e con i denti per rendere FI Giovani il contenitore naturale del centro-destra. Per il momento non aderirò a nessun altro partito, ma raccoglierò l’invito a parlare di sana politica con Muovititalia”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza regionale sul Coronavirus: obbligo di mascherina e più controlli

  • Carabiniere preso a calci e pugni ad un posto di blocco da un 39enne

  • Coronavirus, casi positivi al Cutelli e alla Livio Tempesta: studenti e personale in quarantena

  • Incidente in Tangenziale, traffico in tilt: un ferito grave

  • Coronavirus, un positivo sul volo Milano-Catania: appello dell'Asp ai passeggeri

  • Operazione antidroga, sequestrati 1.300 chili di marijuana: 6 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento