rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Politica Caltagirone

Gianni Cuperlo a Caltagirone: "Occorre operare una fase diversa"

Le parole del presidente del Pd Gianni Cuperlo, intervenuto a Caltagirone nel corso del 95° anniversario dell'appello ai "Liberi e forti" di don Luigi Sturzo. "Seppelliamo la parola 'rimpasto' nel cimitero delle parole"

"Seppelliamo la parola 'rimpasto' nel cimitero delle parole", ma "occorre operare una fase diversa".  Queste le parole del presidente del Pd Gianni Cuperlo, intervenuto a Caltagirone nel corso del 95° anniversario dell'appello ai "Liberi e forti" di don Luigi Sturzo.

Così ha risposto a chi attacca l'attuale governo di non adempiere ai compiti prefissati. "Esistono le condizioni per arrivare a una riforma della legge elettorale che contempli il doppio turno che è in assoluto, e io sono convinto di questo, la soluzione che più avvicina alla governabilità assieme ai criteri di rappresentatività delle forze presenti nel Paese", ha dichiarato Cuperlo.

Ha commentato inoltre l'incontro tra Matteo Renzi e Silvio Berlusconi. "Il segretario si è limitato ad indicare i criteri ispiratori di governabilità e a togliere il potere di veto a quello che lui, se non sbaglio, ha definito i piccoli partiti: vedremo domani in sede di direzione il testo e il merito".  "Credo che sia importante e irrinunciabile restituire ai cittadini elettori la possibilità di scegliere il loro rappresentante" ha concluso Cuperlo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gianni Cuperlo a Caltagirone: "Occorre operare una fase diversa"

CataniaToday è in caricamento