M5S: “Il comune di San Giovanni La Punta sulla vicenda Zizzo non può tacere"

“Chiederò – ha detto la Rannone – alla giunta di intitolare la nostra biblioteca comunale, un luogo di cultura e crescita, a Laura"

La deputata del Movimento Cinque Stelle Simona Suriano e la consigliera comunale pentastellata di San Giovanni La Punta Giusy Rannone sono intervenute sulla denuncia della signora Zizzo. La donna, con una lettera aperta al Corsera e recentemente intervistata sulla tv pubblica, ha evidenziato l’assenza delle istituzioni cittadine nel ricordo della figlioletta di 11 anni uccisa dal marito in un raptus omicida e ha denunciato il clima creato da certi soggetti nei suoi confronti.

“Innanzitutto intendiamo esprimere la nostra vicinanza alla signora Zizzo – hanno detto Suriano e Rannone – perché ha vissuto la tragedia più grande che una madre possa subire: la morte violenta di una figlia. Per l’omicidio il marito è stato condannato all’ergastolo. In un’epoca storica di grande presa di coscienza sul tema dei femminicidi, dei diritti delle donne risulta davvero assordante la mancanza di ricordo, di celebrazioni, di momenti di riflessione a San Giovanni La Punta dopo un fatto così grave”. “La nostra comunità non ha dimenticato la tragedia e proprio per questo chiediamo all’amministrazione comunale di organizzare una serie di eventi, partendo dal ricordo della piccola Laura, per far germogliare il seme della speranza e inculcare una cultura del rispetto delle donne”.

“Chiederò – prosegue Rannone – alla giunta di intitolare la nostra biblioteca comunale, un luogo di cultura e crescita, a Laura. Un segnale chiaro per far capire dove sta la San Giovanni la Punta sana. Fanno certamente male certi modi di pensare denunciati nella lettera aperta al Corriere – evidenzia Suriano – che avrebbero addebitato le “colpe” dell’atroce delitto alla signora Zizzo. Modi di pensare minoritari, gretti e retrogradi che San Giovanni La Punta per intero respinge. Sicuramente celebrare il ricordo di Laura sarebbe la migliore risposta e chiediamo all’amministrazione comunale di uscire dal silenzio assordante che ha tenuto sulla vicenda e di dichiarare apertamente la propria posizione. Le istituzioni debbono essere sempre in prima fila su certi temi, senza se e senza ma”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fa il giro del mondo e gli rubano la moto a Catania: l'appello per ritrovarla

  • Commerciante aveva manomesso i contatori per risparmiare

  • Scontro frontale tra due auto a Pedara: feriti i conducenti

  • Auto contromano in tangenziale inseguita dalla polizia

  • Smantellata piazza di spaccio alla "Fossa dei leoni": 5 arresti tra vedette e pusher

  • Marco Mengoni, Elisa, Coez e Gazzelle al PalaCatania

Torna su
CataniaToday è in caricamento