Politica Tremestieri Etneo

Gioventù Democratica Etnea sostiene Vendola

Il governatore pugliese, candidato alle primarie di centrosinistra del 25 Novembre, è sostenuto dalla giovanile del Partito Democratico, attiva nei territori di San Giovanni La Punta, Tremestieri Etneo e Mascalucia

La Gioventù Democratica Etnea ha deciso di sostenere la candidatura di Nichi Vendola per le elezioni primarie che si svolgeranno il 25 novembre. La giovanile del Partito Democratico, attiva nelle realtà di di S. G. La Punta, Tremestieri Etneo e Mascalucia, ha indetto il comitato “Democratici per Vendola”.

Come si legge nella nota, le motivazioni risiedono nella scelta di attuare un sistema di rottura con l’attuale sistema di governo: “I tanti anni di governo di centrodestra e la più recente fase affidata ai tecnici, hanno demolito il tessuto sociale ed economico del nostro paese, acuito i conflitti tra generazioni, tra generi, tra lavoratori, incrementato la diseguaglianze sociali”

La strada scelta – continua la nota – si distacca dalla posizione tenuta fino ad ora dal Partito Democratico nei confronti del governo Monti :” Le posizioni fin ora sostenute dal  Partito Democratico nei confronti del governo Monti appaiono come l’ espressione di una politica debole, posta sotto scacco dai mercati, subordinata alla ragione tecnica della quadratura dei conti, a una distanza siderale dalla vita delle persone”.

La priorità – espressa sempre nella nota – è stata quella di focalizzare l’attenzione sulla tematica del lavoro, con le vicende legate ai dipendenti dell' Aligrup, in cassa integrazione da mesi, ai lavoratori della Fiat di Termini Imerese, ai lavoratori dei servizi e del settore edile, ai lavoratori della comunicazione, della scuola, dell'Università, del settore trasporti - tra cui i lavoratori della Wind Jet.

Alla luce di questo, la scelta presa dalla giovanile del Partito Democratico: “Appoggiamo Vendola perchè crediamo sia necessario e non più rimandabile individuare percorsi rinnovati, che mettano in testa alle priorità d'azione il lavoro, i diritti di chi lavora e di chi il lavoro lo cerca, che riconsegni allo Stato e alle istituzioni pubbliche responsabilità nei settori determinanti per lo sviluppo del Paese, che riconosca la sovranità dei cittadini attraverso le strutture della democrazia smantellando il controllo dei "mercati" sugli stati, che elabori modelli di welfare adeguati ai nuovi processi produttivi, che investa nell'istruzione e nella ricerca, che applichi una nuova etica pubblica riavvicinando la politica  ai cittadini”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gioventù Democratica Etnea sostiene Vendola

CataniaToday è in caricamento