Palagonia, Grasso (Pd): "Su tema migranti occorre ascoltare i territori"

L'intervento del segretario del circolo dem del Comune del Calatino

Salvo Grasso, segretario del circolo cittadino del Pd di Palagonia, è intervenuto sull'attuale situazione di emergenza che sta vivendo la Sicilia – compresa la zona del Calatino – chiedendo l'ascolto dei territori e una gestione più incisiva.

"Il fenomeno migratorio - dice Grasso - non va affrontato con slogan o lanciando allarmismo ma con una chiara gestione politica e istituzionale. Ciò che sta accadendo nel territorio del Calatino, dovuto anche alle fibrillazioni e all'instabilità politica della vicina Tunisia, sta riportando alla ribalta mediatica il problema della gestione degli arrivi. Ricorderei a qualcuno che anche durante il primo governo Conte, con Salvini ministro, arrivavano nelle nostre coste i migranti ma in quel caso più semplicemente ci si accaniva con le  ONG per puro consenso politico mediatico".

"Adesso serve il dialogo: i sindaci del Calatino - aggiunge il segretario dem - non possono rimanere inascoltati e lasciati da soli dal governo, si rischia che qualche sobillatore di turno aizzi cittadini esasperati innescando una bomba sociale e dobbiamo evitarlo. Bisogna chiarire che i migranti che stanno arrivando in queste ore vengono controllati e sottoposti a tampone per verificare eventuale positività al Covid.  Una svolta netta e senza tentennamenti sulle politiche migratorie è quello a cui deve pensare il PD che non può sottovalutare questo problema e non può confondersi con i suoi avversari, deve avere il coraggio di tenere la barra dritta in direzione dei diritti umani, non della loro violazione e del loro  mercanteggiamento.  L' Europa deve essere in prima fila, anche questo dovrebbe far parte della strategia post-Covid. Occorre un superamento della Legge Bossi-Fini e la conseguente abolizione del reato di immigrazione clandestina,  che ha soltanto ingolfato i tribunali italiani senza nessun rimpatrio o soluzione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento