rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Politica

I consiglieri di opposizione chiedono l'implementazione della posta certificata dedicata alle Direzioni

Il Comune di Catania, con circa 400 mila abitanti, ha appena una sola Pec dedicata al solo protocollo generale

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

Davvero incredibile ciò che avviene al Comune di Catania per pochi spiccioli. Sono passati quasi due anni da quando abbiamo votato l'ordine del giorno, con il quale avevamo chiesto l'implementazione della posta certificata dedicata almeno alle Direzioni più importanti, a cui si rivolgono i cittadini-utenti e altri uffici pubblici. E’ stato anche argomento in diverse commissioni consiliari alla presenza di alcuni dirigenti; sono state fatte diverse comunicazioni da molti consiglieri comunali nelle sedute. Ma è come parlare ai sordi!!! Purtroppo è inimmaginabile che piccoli Comuni di 2/3 mila abitanti abbiano diverse PEC dedicate alle varie aree ed altri più grandi, ma sempre con meno abitanti della città di Catania, abbiano oltre alle Pec dedicate ai vari settori anche quelle ai servizi. Il Comune di Catania, con circa 400 mila abitanti, ha appena una sola Pec dedicata al solo protocollo generale. E’ necessario ed urgente, così come avevamo chiesto in quell’ordine del giorno di due anni fa, attivare nell’immediato almeno altre quattro Pec per le seguenti direzioni: Polizia Municipale, Avvocatura Comunale, Anagrafe e Urbanistica. Direzioni alquanto importanti per l’attività amministrativa e di servizio al cittadino. Nel caso in cui, visto che giornalmente arrivano oltre un migliaio di Pec, il protocollo generale non riesca a smaltirle per la carenza di dipendenti, per problemi tecnici e mancanza di supporti informatici, se dovesse arrecarsi una sorta di danno erariale nei confronti dell’Ente, di chi sarà la colpa? Nonostante la volontà dell'aula, il risultato non cambia, considerato che né l’Amministrazione con la sua Direzione dei sistemi informativi, né la Presidenza del Consiglio hanno avuto il coraggio di fare rispettare il voto del senato cittadino. In questo modo, per pochi spiccioli, hanno svilito la stessa attività dell’amministrazione, non assicurando ai dipendenti, agli uffici e anche ai cittadini-utenti un servizio moderno, tempestivo, efficiente ed efficace nel gestire tutta la corrispondenza certificata. Bonaccorsi (M5S) Diana ( M5S) Bianco ( misto) Disalvo ( grande Catania) Gelsomino (Catania 2.0)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I consiglieri di opposizione chiedono l'implementazione della posta certificata dedicata alle Direzioni

CataniaToday è in caricamento