Politica Vizzini

Il consiglio comunale di Vizzini istituisce la consulta giovanile

Il Presidente della V^ Commissione Giuseppe Coniglione

Lunedì, 13 Maggio 2013, a Vizzini (Catania), nell'ultima seduta del Consiglio Comunale è stata approvata all'unanimità l'istituzione della Consulta Giovanile del Comune di Vizzini. L'iniziativa è stata portata dalla V^ Commissione consiliare (Gioventù - Sport e Tempo Libero - Turismo - Partecipazione) su proposta del consigliere comunale Giuseppe Coniglione, nonché Presidente della V^ Commissione consiliare, e dopo aver ottenuto l'approvazione da parte della Giunta Comunale è arrivata al Consiglio Comunale per la definitiva istituzione. La Consulta Giovanile era un importante punto del programma amministrativo della lista "Vizzini con Sinatra per continuare a crescere", lista di maggioranza nel Consiglio Comunale, un punto importante anche della campagna elettorale di tutti e cinque i consiglieri di maggioranza e di minoranza della V^ Commissione, tutti giovani under 30 alla prima esperienza politica. La V^ Commissione risulta essere composta dai consiglieri comunali: Giuseppe Coniglione (Presidente, maggioranza), Vito Amore (Vice-Presidente, minoranza), Eliana Costantino (maggioranza), Biagio Salina (minoranza) e Vito Arnone (maggioranza). In occasione della seduta di Consiglio Comunale hanno assistito alla seduta parecchi giovani interessati all'argomento ed intenzionati a raccogliere l'invito del Consiglio Comunale a partecipare alla vita amministrativa della propria comunità per le tematiche inerenti al mondo giovanile. Il luogo scelto come sede della Consulta Giovanile sarà il Centro Giovanile di Viale Buccheri, una struttura pienamente attinente alle attività della Consulta che tramite la stessa potrà riacquisire quel ruolo sociale importante che si era ritagliato negli anni passati durante la precedente amministrazione del Sindaco Vito Saverio Cortese.

"Abbiamo scelto la linea della collaborazione e della mediazione punto per punto con i giovani facenti parte della minoranza, - tiene a precisare il Presidente Giuseppe Coniglione - perché la Consulta Giovanile doveva essere pienamente condivisa da tutto il Consiglio Comunale e non poteva essere per la sua natura un atto imposto. Ci siamo trovati benissimo a lavorare assieme, giovani di maggioranza e di minoranza, per raggiungere questo scopo comune. Abbiamo inoltre cercato la maggiore trasparenza possibile sui giovani che dovranno entrare a far parte di questo importante organo consultivo e propositivo, in molti comuni si accede alla Consulta tramite la nomina dei giovani da parte delle associazioni, noi abbiamo scelto di non limitare l'accesso a nessuno adoperando il metodo democratico delle elezioni, unico vincolo per potersi candidare essere tra i 15 e i 28 anni. Abbiamo inoltre scelto, per tutelare i giovani studenti vizzinesi, di poter far accedere alla Consulta di diritto, senza passare dalle elezioni, anche i rappresentanti d'istituto delle due scuole di Vizzini (Liceo Classico e Istituto Tecnico Commerciale) ed anche gli studenti vizzinesi che ricoprono cariche elettive nelle Università. La Consulta è una grande occasione per i giovani che vogliono contribuire alla crescita della nostra Vizzini per formarsi e diventare, i più volenterosi, giovani amministratori del futuro.
Per me, inoltre, e per i giovani componenti della V^ Commissione - sottolinea Giuseppe Coniglione - si tratta di un grande risultato politico. I giovani che ci hanno votato credo che oggi si possano sentire ben rappresentati da noi."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il consiglio comunale di Vizzini istituisce la consulta giovanile

CataniaToday è in caricamento