Giovedì, 24 Giugno 2021
Politica

Tendopoli per migranti, in diretta su Catania Today il vice sindaco di Vizzini e il sindaco di Mineo

Continua a far discutere la scelta del governo di approntare un centro per ospitare i migranti nell'ex deposito dell'aviazione militare nel Calatino. Le istituzioni locali hanno evidenziato la loro forte contrarietà

Il Ministero della Difesa ha individuato nell'area dell'ex deposito dell'aviazione militare di Vizzini un nuovo punto ove smistare i migranti, approntando una tendopoli, che si stanno riversando in massa sulle coste siciliane. E' una vera e propria emergenza con numeri che ricordano quelli delle crisi del nord Africa del 2011 (le quali portarono all'apertura del Cara di Mineo da parte del governo di centrodestra): sull'isola sono sbarcati quasi 6mila migranti in poco meno di 15 giorni.

Le strutture di Lampedusa e Porto Empedocle sono al collasso e la nave per la quarantena dei migranti inviata dal governo non ha alleggerito il carico degli hotspot siciliani. Così il Governo ha scelto, nuovamente, il Calatino per tamponare questa nuova emergenza. I sindaci del territorio, in particolare quello di Vizzini, hanno appreso soltanto dalla stampa e soltanto qualche giorno fa della scelta. Diversi gli incontri in prefettura ma il governo non è tornato indietro.

Di questo tema parleremo in una diretta Facebook sulla nostra pagina oggi, 5 agosto, con il vice sindaco di Vizzini Giovanni Amore a partire dalle 15,30 e con il sindaco di Mineo Giuseppe Mistretta, a partire dalle 18,30.

"Le istanze della nostra comunità, ben rappresentate dal documento prodotto a seguito del Consiglio Straordinario e ribadite durante l'incontro, non hanno indotto valutazioni alternative - ha commentato mestamente il sindaco di Vizzini Cortese -. Vi sono tutte le delicatissime questioni che creano apprensione per la sicurezza sanitaria sono state demandate alla Croce Rossa, compreso lo smaltimento dei rifiuti. Spiace, comunque, prendere atto che la scelta del sito è legata ad una volontà governativa indiscutibile, che ha prevaricato il dialogo con le Istituzioni locali, costrette a subire una decisione inappellabile e non annunciata".

A Vizzini sorgerà quindi un punto che dovrebbe ospitare circa 300 migranti per la quarantena e il cui utilizzo sarà subordinato alla saturazione dei posti creati sulle navi predisposte. Inoltre l'area in cui verrà allestita la tendopoli sarà ulteriormente recintata e posta in sicurezza con l'impiego delle forse dell'ordine, dell'esercito e con l'utilizzo di sistemi di videosorveglianza.

Anche il sindaco di Mineo, Giuseppe Mistretta, è intervenuto evidenziando la sua contrarietà: "Mi sarei aspettato una levata di scudi della deputazione nazionale del territorio che invece si è limitata a delle banali rassicurazioni, come se la storia del Cara di Mineo non sia piena di rassicurazioni e, purtroppo, di scempi. Non sono uno yes man e mai lo sarò, certo sono educato al rispetto delle leggi e delle istituzioni, ma nessuno potrà togliermi il diritto di parola o di far valere le pochissime prerogative che la legge consente ad un sindaco!".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tendopoli per migranti, in diretta su Catania Today il vice sindaco di Vizzini e il sindaco di Mineo

CataniaToday è in caricamento