Presunto inquinamento ambientale a Piano Tavola, M5S: “L’Arpa piazza le centraline”

Dopo l'accesso agli atti la deputata pentastellata Ciancio dà notizia dell'arrivo di nuovi sistemi di misurazione a seguito dei miasmi percepiti sul territorio

“L’Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) sta posizionando a Piano Tavola, in territorio di Belpasso, le centraline per rilevare l’inquinamento ambientale. Qui i residenti si sono allarmati in più occasioni per via dei miasmi che giungono dall’area industriale fino al centro abitato”: a darne notizia è la deputata regionale del Movimento 5 Stelle, Gianina Ciancio, che con il consigliere comunale di Belpasso, Damiano Caserta, ha seguito la questione.

“L’Arpa - ricostruisce Ciancio - ha risposto la prima volta al nostro accesso agli atti, firmato dalla collega Angela Foti, componente della commissione Attività produttive, scrivendo che erano stati fatti dei rilevamenti, seppur parziali, nell’area di Piano Tavola, ma non ha fornito i dati di questi controlli. Adesso, solo dopo una nostra seconda richiesta formale di informazioni, l’Arpa ha mandato gli operatori a fare dei sopralluoghi per posizionare in edifici privati le centraline di monitoraggio. Sicuramente il pressing ha dato i suoi frutti, noi comunque aspettiamo ancora dall’Arpa i dati dei precedenti rilevamenti, prendendo atto che sono stati avviati dei nuovi controlli. Siamo qui per continuare ad approfondire la situazione e soprattutto per capire se vi siano dei livelli di inquinamento ambientale preoccupanti per la salute dei residenti”.

“Sono entusiasta - commenta Caserta - di apprendere questa notizia, prova che l’impegno profuso sulla questione tavolese sta ottenendo i primi risultati con l’installazione di queste centraline di monitoraggio. Proprio stamane si è nuovamente riunita la V commissione consiliare presso il centro Com (Centro operativo misto di Protezione civile) di Belpasso, alla quale ho partecipato in qualità di capogruppo, per discutere sulle parziali risposte fornite dall’Arpa in merito alle richieste fatte dalla deputazione regionale”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento