Sabato, 16 Ottobre 2021
Politica

Interrogazione del M5S sui rifiuti a Catania: "Situazione di emergenza"

I senatori Drago e Anastasi hanno chiesto l'intervento del Governo e dei ministri competenti

La senatrice del Movimento Cinque Stelle Tiziana Drago ha presentato, come prima firmataria, una interrogazione ai ministri dell’Ambiente, della Salute e dell’Interno sulla preoccupante situazione igienico sanitaria a Catania, dovuta alle carenze del servizio di igiene urbana. L’interrogazione è stata firmata, anche dal senatore Cristiano Anastasi.

“Più volte – ha spiegato la senatrice Drago – i consiglieri comunali del Movimento Cinque Stelle hanno lanciato l’allarme. Il nostro gruppo ha segnalato miriadi di discariche abusive, roghi di cassonetti e rifiuti, mancate scerbature e condizioni igienico sanitarie al limite. L’amministrazione comunale, però, è stata assolutamente sorda su un tema così importante come il decoro e la salute pubblica. Le risposte della giunta sono state sempre lacunose e frammentarie, limitando così gli atti ispettivi dei consiglieri”.

“Anche il nostro gruppo  all’Ars ha lanciato una interpellanza al Presidente della Regione per  esortarlo ad intervenire urgentemente attivando i poteri sostitutivi riconosciuti dalla legge, anche attraverso la nomina di un commissario ad acta per la gestione della situazione di crisi ormai grave e conclamata”, aggiunge la senatrice.

“Adesso abbiamo chiamato in causa i ministri dell’Ambiente, della Salute e dell’Interno per metterli al corrente della grave situazione che vivono i catanesi, costretti a pagare una tassa comunale altissima a fronte di un servizio totalmente deficitario e carente. E non possiamo aspettare i tempi del nuovo bando: l’amministrazione deve intervenire immediatamente poiché il sindaco è il massimo tutore della sanità in città”, ha concluso Tiziana Drago.

“Bene ha fatto la senatrice Drago – ha aggiunto Graziano Bonaccorsi, consigliere del Movimento Cinque Stelle al Comune - a interrogare i ministri competenti sulla questione rifiuti e microdiscariche a Catania. La situazione è da tempo fuori controllo, specie nelle periferie. A San Giorgio, Librino, San Giovanni Galermo le discariche abusive spuntano come funghi anche a distanza di poche ore dalle bonifiche. Manca il controllo del territorio da parte dell’amministrazione comunale e questo unito ad un servizio spesso carente porta ad un quadro desolante ed esasperante per tutti i cittadini, che sono costretti a pagare cifre salatissime di Tari senza ricevere servizi decenti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Interrogazione del M5S sui rifiuti a Catania: "Situazione di emergenza"

CataniaToday è in caricamento