Politica

ItalExit si struttura a Catania, il coordinatore Musumeci: "Partito in crescita"

Nel corso di una conferenza stampa Italexit con Paragone – Catania ha presentato Romj Crocitti come coordinatrice della città metropolitana di Catania

Sono fermamente all'opposizione, prima di Conte e poi di Draghi, e vogliono che l'Italia esca dall'Europa e per farlo cercano di aggregare le forze sul territorio. Così ItalExit, il partito fondato dal senatore ex M5S Gianluigi Paragone, cresce e si struttura anche a Catania: oggi nel corso di una conferenza stampa è stata designata la coordinatrice per la città capoluogo. Si tratta di Romj Crocitti, al suo fianco il consigliere del quinto municipio Santo Musumeci che - esattamente un anno fa - ha lasciato in piena polemica il Movimento Cinque Stelle e che poi ha scelto di proseguire con ItalExit dando rappresentanza al partito e strutturandolo sul territorio.

Musumeci era stato uno degli alfieri del M5S, molto attivo in diverse battaglie, ma ha poi lasciato - così come tanti altri esponenti etnei - per il "mutamento genetico" di un partito troppo diverso dai primordi. "ItalExit - spiega a Catania Today Musumeci che ricopre la carica di coordinatore provinciale - è un partito in crescita e con la presentazion di Romj Crocitti di oggi si vuole strutturare al meglio in città e sopratutto nei quartieri. Al momento le nostre battaglie sono le battaglie sociali di tutte quelle categorie penalizzate dal lockdown e dalle restrizioni e che non hanno ricevuto alcun sostegno dallo Stato. Chiederemo, con forza, all'amministrazione comunale un lungo stop  per i pagamenti delle tasse locali: dobbiamo far ripartire l'economia".

L'orizzonte, in breve termine è quello del voto delle Comunali e a largo raggio quello delle Regionali: "Sono cinque i Comuni che nel catanese andranno al voto - prosegue Musumeci - e ci stiamo preparando per presentare le nostre liste. Vogliamo crescere e dire la nostra per le Regionali aggregando sempre di più. Guardiamo alle persone che vogliono un Paese forte, un Paese in grado di ripartire e guardiamo anche a chi è deluso da altri partiti, come la Lega che sull'Europa e sull'Euro hanno cambiato posizione e che a livello locale non esprimono discontinuità ma continuità col passato".

Le prossime iniziative nel catanese di ItalExit riguardarenno banchetti conoscitivi e azioni legali contro i vari Dpcm chiedendo anche un risarcimento per le lunghe chiusure: "Ci muoveremo sul territorio chiedendo i danni - conclude Santo Musumeci - per le chiusure e i mancati ristori. Chi governa ha distrutto interi settori per noi fondamentali, come ristorazione, turismo, eventi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

ItalExit si struttura a Catania, il coordinatore Musumeci: "Partito in crescita"

CataniaToday è in caricamento