rotate-mobile
Sabato, 28 Maggio 2022
Politica

Amt, Italia viva chiede chiarezza su bonus e retribuzione dei dipendenti

Dopo la denuncia dei sindacati, con bonus molto cospicui per alcuni dipendenti mentre altri erano in cassa integrazione, gli esponenti renziani hanno chiesto la presenza del presidente Bellavia in consiglio

I consiglieri comunali di Italia Viva GIuseppe Gelsomino e Francesca Ricotta a seguito della nota sindacale di Filt Cgil Fit e Cisl sull'Amt hanno chiesto chiarezza e la presenza del presidente Bellavia e dell'assessore al ramo Bonaccorsi nel prossimo consiglio comunale.

Le sigle sindacali avevano evidenziato alcuni incentivi e bonus distribuiti ai dipendenti, anche di undicimila euro, mentre altri - secondo quanto scrivono in una nota - sarebbero stati in casa integrazione con gli emolumenti più che dimezzati.

“Anche l’Amt – affermano i sindacati – ha aderito alle misure di sostegno al reddito varate dal governo nazionale. Solo che oggi ci troviamo davanti a lavoratori in Cigd con lo stipendio notevolmente dimezzato, lavoratori in smart working con lo stipendio intatto e altri con un bonus fedeltà che non si comprende né da quale Ccnl né con quale forma di contrattazione aziendale e con quale organizzazione sindacale sia scaturito”.

“Non vogliamo che l’Amt diventi uno stipendificio – sottolineano Filt Cgil e Fit Cisl di Catania – ma un’azienda seria che possa garantire un servizio di mobilità efficiente ai cittadini, composta da centinaia di lavoratori che svolgono giornalmente con grande spirito di sacrificio il proprio lavoro, come testimonia l’ultima aggressione nei confronti di un’autista”. Così sia i sindacati sia i consiglieri comunali hanno chiesto chiarezza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amt, Italia viva chiede chiarezza su bonus e retribuzione dei dipendenti

CataniaToday è in caricamento