La Via (PdL/Ppe): "Battiato chieda scusa per affermazioni lesive dignità delle donne"

La Via si dice sorpreso che “nessuno dei parlamentari europei presenti all’incontro abbia ritenuto opportuno replicare pubblicamente ad un’affermazione così grave

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

“Battiato chieda immediatamente scusa per le affermazioni rilasciate quest'oggi al Parlamento europeo, lesive della dignità delle donne e delle istituzioni italiane”. Così Giovanni La Via, capodelegazione italiana del PdL a Bruxelles, commenta l'intervento con cui Franco Battiato, cantautore e assessore al Turismo della Regione Siciliana, ha definito “inaccettabili troie in Parlamento” le donne che sono state elette nei due rami di Camera e Senato. Battiato è intervenuto al Parlamento europeo nella sua veste istituzionale.

“Credo che Battiato -aggiunge La Via- si sia reso autore di una gaffe clamorosa che lede l’immagine dell'istituzione di cui oggi è stato rappresentante e portavoce al Parlamento europeo. "Si tratta di parole inaccettabili e da condannare -sottolinea La Via-, lesive della dignità delle donne italiane. Credo che Battiato -prosegue- con l'uscita odierna abbia superato il limite della decenza che compete a tutti, in particolare a chi ricopre incarichi istituzionali e si espone pubblicamente ad una platea internazionale quale quella di Bruxelles”.

La Via si dice sorpreso che “nessuno dei parlamentari europei presenti all’incontro abbia ritenuto opportuno replicare pubblicamente ad un’affermazione così grave, pronunciata –conclude- all’interno di un’istituzione che da sempre lotta per la difesa della dignità della donna e per le pari opportunità”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento