Lombardo: "Mi dimetto il 28 luglio ma non perderò il mio potere"

"Mi dimetterò il 28 luglio prossimo ma non perderò i miei poteri fino all'insediamento del mio successore". Lo ha affermato il presidente della Regione siciliano Raffaele Lombardo, confermando la data delle sue dimissioni

"Mi dimetterò il 28 luglio prossimo ma non perderò i miei poteri fino all'insediamento del mio successore". Lo ha affermato il presidente della Regione siciliano Raffaele Lombardo, confermando la data delle sue dimissioni nel corso di una conferenza stampa a Palazzo d'Orleans.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Giuristi competenti e stimati -ha puntualizzato il governatore- sostengono che il presidente della Regione mantiene i poteri fin quando non si insedia il successore, dopo le elezioni del 28 e 29 ottobre".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento