Marano (M5S): "Anfiteatro romano aperto solo un giorno a settimana, presa in giro per i turisti"

L'importante sito archeologico di piazza Stesicoro è oggetto di una interrogazione presentata dalla deputata regionale pentastellata

“L’Anfiteatro romano di piazza Stesicoro, a Catania, è aperto ai visitatori un solo giorno a settimana, il giovedi. E tutti gli altri giorni? Come si può pensare di tenere sotto chiave il secondo anfiteatro più importante d’Europa, dopo il Colosseo di Roma? Un fatto inspiegabile e che in qualsiasi città civile del mondo sarebbe un’assurdità”.

Lo dice Jose Marano, deputata regionale del Movimento 5 Stelle, che ha presentato un’interrogazione all’Ars, indirizzata al presidente della Regione e agli assessori regionali delle attività produttive, dei ceni culturali e dell’istruzione, per sapere per quale motivo la fruibilità di dell’Anfiteatro romano e di altri siti archeologici catanesi sia così tanto limitata.

“Catania - ricorda Marano - possiede un vasto patrimonio archeologico: il Foro Romano, le Terme Achilliane e della Rotonda, i complessi monumentali dell’Odeon, la necropoli nord sono alcuni esempi. Quanti di questi siti sono visitabili ogni giorno da cittadini e turisti? Pochissimi. Ci sono degli orari ufficiali sul sito del Comune e poi invece in piazza Stesicoro, davanti all’Anfiteatro romano, un piccolo asterisco nel cartello all’ingresso informa che questi orari sono soggetti a variazione. Molto spesso infatti capita di trovare turisti e cittadini piazzati davanti ai cancelli chiusi. Ed erano pure sbarrati in questa prima domenica di giugno. Anzi, i visitatori si sono trovati davanti un cartellone, attaccato ai cancelli, che li informava che l’apertura adesso è ridotta a un solo giorno alla settimana. Cosa aspetta il presidente Musumeci, che tra l’altro conosce benissimo Catania, a risolvere il problema?”, si chiede la deputata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Così Catania prende in giro i suoi turisti e penalizza i cittadini. Finora notevoli opportunità di sviluppo economico legate al turismo - aggiunge Marano - sono state penalizzate e con esse le possibilità occupazionali per specialisti nel settore dei beni culturali. Così, anziché lanciare Catania come cittadina turistica, visti anche i dati sul turismo in continuo aumento, si agisce sempre senza rispetto per le giovani generazioni e quindi per il futuro di tutta la città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 3 luglio 2020

  • Motociclista 47enne in gravi condizioni al Cannizzaro

  • Non ce l’ha fatta Peppino Rizza, era ricoverato dal 10 giugno al Cannizzaro

  • Corsa clandestina, il cavallo cade in un fossato e muore: 16 denunciati

  • Scoperto traffico di auto rubate: 5 in manette

  • Abitazioni minacciate dalle fiamme a Motta Sant'Anastasia

Torna su
CataniaToday è in caricamento