Marano (M5S): “Anche a Misterbianco e Motta l'attivazione della rete per la sensibilità degli odori"

Dopo l'avvio nelle aree ad elevato rischio ambientale l'esponente pentastellata aveva presentato una mozione al governo della Regione per chiederne l'attivazione anche nelle città che convivono con la discarica

La deputata regionale del Movimento Cinque Stelle Jose Marano ha annunciato a  margine dell'incontro, tenutosi all'Ars, per la presentazione del progetto Nose (Network for Odour Sensitivity), finanziato dalla Regione siciliana e cofinanziato dal Cnr dell'avvio della sperimentazione del sistema tecnologico anche nella città di Misterbianco.
 
Dopo l'avvio nelle aree ad elevato rischio ambientale come Priolo, Milazzo e Gela l'esponente pentastellata aveva presentato una mozione al governo della Regione per chiederne l'attivazione anche a Misterbianco e Motta Sant'Anastasia, città che ospitano una discarica a pochi chilometri dal centro abitato.
 
“L'avvio della rete Nose è una vittoria per il territorio e per tutti i cittadini che in questi anni hanno sofferto e soffrono per i miasmi di un sito presente a pochi chilometri dal centro abitato e con un territorio fortemente compromesso nel suo equilibrio ambientale. Una vera e propria bomba ecologica che, inoltre, questo governo regionale – a parole contro i signori dei rifiuti e il sistema delle discariche – ha prorogato per altri dieci anni rinnovando l'autorizzazione Aia. A fronte di tutto ciò non potevamo tollerare l'ennesima beffa per la comunità di Misterbianco e Motta San'Anastasia. Così la rete Nose consentirà, tramite un'app scaricabile sugli smartphone, di segnalare le molestie olfattive avvertite. L’applicazione è gratuita e consentirà di inviare, in modo anonimo, i dati in tempo reale ad Arpa Sicilia, registrando, automaticamente, la posizione geografica”.

“I cittadini si erano già organizzati sui social creando dei gruppi ad hoc per segnalare i miasmi della discarica che inquinano le vite di migliaia di abitanti. Adesso arriva uno strumento in più necessario per le rilevazioni, grazie anche all’assessorato al Territorio e Ambiente, che ha accolto i contenuti della mia mozione, e all’Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente”, ha concluso la deputata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento