Politica

Processo Gregoretti, le parti civili annunciano ricorso alla Corte dei diritti dell'uomo

Daniela Ciancimino, avvocato della parte civile Legambiente, ha annunciato ricorso alla Corte europea dei diritti dell'uomo, ribadendo che "questo processo si doveva fare"

Nella foto il Gup di Catania Nunzio Sarpietro

"La sentenza odierna è un vulnus per la giustizia di questo Paese. Questa decisione contrasta con quella di Palermo. Si pensi, dal punto di vista dell'opinione pubblica, quale affidamento si farà sulla magistratura che da una parte rinvia a giudizio e dall'altra proscioglie. E Salvini, di questo, ne farà oggetto della sua propaganda". Lo afferma l'avvocato di parte civile Corrado Giuliano, in merito alla sentenza di non luogo a procedere nei confronti di Matteo Salvini decisa dal Gup di Catania, Nunzio Sarpietro, e letta nell'aula bunker del carcere di Bicocca, a conclusione dell'udienza preliminare per il caso Gregoretti.

Daniela Ciancimino, avvocato della parte civile Legambiente, ha annunciato ricorso alla Corte europea dei diritti dell'uomo, ribadendo che "questo processo si doveva fare", contrariamente a quanto affermato dalla sentenza di questa mattina. Matteo Salvini rischiava fino a 15 anni di carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo Gregoretti, le parti civili annunciano ricorso alla Corte dei diritti dell'uomo

CataniaToday è in caricamento