Migranti, il deputato Compagnone: "Fallimento del governo nazionale"

Il parlamentare regionale(Autonomisti) e presidente della Commissione Ue dell’Ars, già sindaco di Grammichele, ha stigmatizzato la gestione del fenomeno specie nel catanese

“L’allestimento della tendopoli nell’area a confine di Militello Val di Catania e Vizzini è una misura che desta grande preoccupazione, sotto tutti gli aspetti, da quello sanitario a quello dell’ordine pubblico. Una decisione calata dall’alto senza tenere in alcun conto le esigenze di un territorio già martoriato da esperienze precedenti e colpito pesantemente sul piano economico dall’emergenza Covid19”, lo afferma il deputato regionale (Autonomisti) e presidente della Commissione Ue dell’Ars, Giuseppe Compagnone, già sindaco di Grammichele.

“Ha fatto bene il presidente Musumeci a far sentire forte la voce dei siciliani. I fatti di questi giorni, da Lampedusa a Porto Empedocle, sino alla vicenda della tendopoli fra Militello e Vizzini, certificano il totale fallimento delle misure predisposte dal governo nazionale, che ora cerca rimedi con interventi tardivi se non contraddittori. Mi auguro che a Roma ci ripensino ed invito i sindaci ad opporsi” conclude Compagnone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento