La missiva di fine anno dell'Unione Monarchica

In una nota stampa il messaggio del presidente regionale Pivetti Gagliardi

Il messaggio del presidente regionale siciliano dell'Unione Monarchica Italiana, l'avvocato Michele Pivetti Gagliardi che inquadra gli obiettivi per il 2020.

"La battaglia è ancora tosta, la strada per il raggiungimento dei nostri obiettivi è lunga ma se ne scorge già la fine.
Commentare il 2019 politico tanto a livello nazionale quanto a livello regionale non è esercizio che mi appassiona poiché inevitabilmente si scadrebbe nel tifo da stadio - recita la nota - che è attività popolana e poco utile ai fini di un ragionamento complessivo. Mi permetto invece di rivolgere a chi ci governa, a tutti i livelli, maggiore umanità, maggiore attenzione ai problemi spiccioli, quelli di tutti i giorni. Lo straordinario popolo siciliano ha bisogno di certezze, ha bisogno di poter sviluppare le proprie peculiarità sapendo che le istituzioni gli sono vicine, che gli sono madri e non matrigne".

"Penso ai poveri delle nostre città - prosegue il presidente - penso ai senzatetto, a chi vive dentro un’auto, penso ai bambini sottratti alla gioia della frequentazione di una scuola, penso alle tante madri disperate nel tentativo di assicurare un futuro ai propri piccoli o ai tanti padri avviliti per la mancanza cronica di occasioni lavorative.
Che il 2020 pensi agli ultimi, pensi ai siciliani rimasti indietro, pensi a tutelare l’ambiente magnifico che ci circonda, pensi meno ai freddi numeri contabili che l’Europa ci impone e ci dia il coraggio di dire: noi siamo siciliani, siamo una Nazione nella Nazione, Re Umberto II ci volle liberi, indipendenti e forti concedendo uno Statuto che ancora oggi è innovativo e che se applicato farebbe di noi la prima potenza del Mediterraneo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento