Interventi per le municipalità, Ragusa (M5S): "Bonaccorsi indichi le priorità"

Il consigliere del quarto Municipio (San Giovanni Galermo - Trappeto - Cibali) sollecita il primo cittadino a uscire dall'immobilismo

l consigliere del quarto Municipio San Giovanni Galermo - Trappeto - Cibali sollecita l'attuale primo cittadino ad uscire da questa fase di immobilismo, annunciando a stretto giro in che modo intende agire per colmare le tante questioni irrisolte: dalle problematiche nella raccolta rifiuti, alla manutenzione stradele, passando per la mobilità sostenibile e la carenza di dipendenti negli uffici decentrati "Invito l'attuale primo cittadino, Roberto Bonaccorsi, a prendere con urgenza una posizione netta al sulle tante problematiche che riguardano la città, uscendo dall'immobilismo politico e comunicando in maniera chiara ed immediata quali sono le priorità della sua azione amministrativa ed in che modo intende attuare interventi concreti nelle varie Municipalità". Giuseppe Ragusa, consigliere pentastellato del quarto Municipio, prende posizione in seguito alla condanna del Sindaco Salvo Pogliese ed alla scelta tecnica di non rassegnare le dimissioni, affidando l'amministrazione al suo vice Roberto Bonaccorsi. "Quali sono gli obiettivi del centrodestra per il Comune di Catania? Oltre agli interessi partitocratici - prosegue l'esponente del Movimento 5 Stelle - mai come adesso è necessario ripartire da fatti concreti per dathygre finalmente slancio alle attività di risanamento e manutenzione ordinaria nei quartieri di Catania". "Non ho intenzione di avanzare critiche alle figure politiche di Pogliese o di Bonaccorsi. Sottolineo però come, ora più che mai, sia doveroso presentare ai cittadini dei risultati concreti da raggiungere nel più breve tempo possibile. I catanesi hanno il diritto di sapere se questo mandato deve arrivare a conclusione o rischia invece di naufragare nell'immobilismo. Nulla, a mio avviso, è più dannoso del tenere in vita una struttura comunale che non poggia su solide basi. La presenza attiva di tutti gli assessori è ad esempio quanto mai necessaria, sul campo e non solo nelle stanze di palazzo degli Elefanti". Ragusa passa quindi all'analisi dei temi specifici che riguardano la città intera, a partire dal Municipio San Giovanni Galermo - Trappeto - Cibali. "L'appalto sui rifiuti non è stato ancora aggiudicato e la differenziata è un miraggio al di fuori delle zone centrali di Catania. Continuano a verificarsi quotidianamente problematiche legate al fenomeno del randagismo, che dilaga nel quarto Municipio, così come in altri quartieri. Negli uffici decentrati si registra da sempre una notevole carenza d'organico. Penso poi alla mancanza di manutenzione stradale, alle pedonalizzazioni ed alla realizzazione di piste ciclabili anche nelle aree periferiche, che siano connesse con le arterie stradali per portare davvero un contributo concreto allo snellimento del traffico. Ora più che mai, - conclude Giuseppe Ragusa - la vera scelta d'amore per Catania è tutelare gli interssi dei cittadini, che non meritano di essere vittime delle vicende politiche e giudiziarie che coinvolgono le singole personalità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento