Parco Nebrodi, Antoci contro Musumeci: "Mia revoca segnale per certi ambienti"

L'ex presidente Antoci, che circa due anni fa subì un attentato, aggiunge: "Qualcuno ieri sera ha brindato, certamente non hanno brindato le persone perbene"

"Perché questa fretta con un presidente che scade tra sei mesi? A chi si doveva dare il segnale subito in maniera così urgente?". Giuseppe Antoci, presidente uscente del Parco dei Nebrodi, interviene ai microfoni di '6 su Radio 1' dopo la revoca del suo incarico decisa dal governatore siciliano Nello Musumeci.

Antoci, che circa due anni fa subì un attentato, aggiunge: "Qualcuno ieri sera ha brindato, certamente non hanno brindato le persone perbene. Musumeci non sta certamente dalla mia parte; è lo Stato in Sicilia e lo Stato non deve pensare alle appartenenze politiche. Per prima cosa lo Stato deve tutelare le persone come me. È un fatto politico che ovviamente dà un segnale forte e chiaro a certi ambienti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento