Trofeo Sant'Agata, Parlamentari: beneficenza? Solo se pagati

Performance discutibile quella dei nostri parlamentari durante il torneo di beneficenza in memoria di Sant'Agata. La nazionale del Palazzo non ha voluto versare un euro, nemmeno per l'acquisto di tre carrozzine per disabili

Sabato 4 febbraio si è tenuto il consueto triangolare di calcio in memoria di Sant’Agata, partita di beneficenza tra la nazionale parlamentari, quella magistrati e i politici locali.  Sembra che il comportamento della squadra parlamentari sia stato poco caritatevole.

Gli onorevoli pervenuti a Catania per giocare il triangolare hanno, infatti, preteso di essere rimborsati di ogni spesa, accettando alla fine di pagare solo il biglietto aereo (peraltro già, comunque, rimborsato).

Durante la loro trasferta siciliana non hanno uscito un euro, vitto e alloggio sono stati interamente pagati dagli sponsor, ma la figura peggiore è stata fatta alla fine del torneo, quando non hanno lasciato alcuna offerta per acquistare le tre carrozzine destinate ai bambini disabili, diversamente da quanto fatto dai membri delle altre due squadre di calcio.

Finita la trasferta qualcuno si è pure trattenuto a Catania un giorno in più per evitare la neve di Roma, godersi i 16 gradi locali e lo spettacolo del golfo di Ognina offerto dall'albergo.

La giustificazione dei nostri onorevoli-campioni suona più o meno così: “Non è possibile sostenere ogni trasferta a nostre spese”. Sconosciute, invece, le ragioni per cui non hanno contributo alla colletta per i bambini malati.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento