Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Patto per l'export, Suriano (M5S): "Occasione per le nostre imprese"

Sono previsti 316 milioni di euro per il Piano straordinario Made in Italy e 82 milioni per le attività di promozione integrata e piani di comunicazione

La deputata del Movimento Cinque Stelle Simona Suriano (M5S) ha anticipato l'invio di una lettera aperta al mondo delle associazioni di categoria, delle associazioni industriali e dell'alta formazione, ivi compresa quella universitaria, per illustrare I contenuti e le misure del Piano per l'Export presentato oggi alla Farnesina dal ministro degli Esteri Luigi Di Maio.


“Il piano per l'export – dice Suriano – è uno strumento con una dotazione finanziaria molto importante che consentirà alle aziende di aggredire i mercati internazionali e di esportare il Made in Italy in tutto il mondo. Si tratta di un piano di oltre un miliardo di euro per sostenere le aziende in questa fase difficile e per consentire una ripartenza immediata dopo il blocco dovuto alla pandemia”.


“La Sicilia può e deve sfruttare questo strumento che prevede un ventaglio di risorse tramite le sue diverse articolazioni: il Piano straordinario per il Made in Italy e il Piano di promozione Integrata e il Fondo 394/81. Mi appello alla sempre grande sensibilità dimostrata dalle associazioni datoriali e di categoria, nonché alla nostra università, perché non possiamo perdere questa opportunità. Sono previsti finanziamenti, compresi corsi online, per la formazione volta all'internazionalizzazione, per la realizzazione di piattaforme digitali di e - commerce, accordi con la grande distribuzione per far arrivare le nostre eccellenze nel mondo nonché la presenza italiana nelle maggiori fiere internazionali”.


“I numeri sono davvero considerevoli e descrivono l'impegno del governo a sostegno delle imprese. Basti pensare ai 316 milioni di Euro per il Piano straordinario Made in Italy, ai 600 milioni di Euro per il rifinanziamento del Fondo 394/8, agli 82 milioni di Euro per le attività di promozione integrata ed il piano di comunicazione previsti dal D.L. “Cura Italia”, ai 30 milioni di Euro per un nuovo bando in materia di temporary export manager e digital export manager, e agli 8 milioni di Euro, in favore della rete delle Camere di commercio italiane all’estero. La Sicilia, con le sue migliaia di eccellenze, deve sfruttare questo piano e può anche utilizzare le risorse per una straordinaria compagna di comunicazione per far conoscere la nostra terra nel mondo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Patto per l'export, Suriano (M5S): "Occasione per le nostre imprese"

CataniaToday è in caricamento