Piano viabilita': residenti segregati in casa in via A. di Sangiuliano

Il PD denuncia le difficoltà, causate dal nuovo piano viario, in via Antonino di Sangiuliano. Traffico tre volte più intenso rispetto a prima, parcheggi a pagamento che restringono la corsia e residenti "segregati" in casa a causa delle strisce blu

Via A. di Sangiuliano

I componenti del Circolo della Prima Municipalità del Partito Democratico Etneo denunciano gli effetti della nuova viabilità e in particolare le ripercussioni che il piano viario ha sulla vivibilità del centro storico .

Gli esponenti del Pd hanno avviato una serie di confronti con gli abitanti e con i commercianti delle zone interessate dal nuovo piano di mobilità.
“Non siamo mai stati contrari, a priori, alla chiusura di una porzione del centro storico – ha spiegato il segretario del Circolo del partito, Davide Ruffinoma dai diversi incontri effettuati con chi il centro storico lo frequenta giornalmente, perché ci abita o ci lavora, abbiamo riscontrato alcune incongruenze che causano non poche difficoltà”.

Secondo il Pd una delle più evidenti difficoltà, causate dal nuovo piano viario, riguarda la via di Sangiuliano: traffico tre volte più intenso rispetto a prima, parcheggi a pagamento che restringono ulteriormente la corsia e residenti praticamente “segregati” in casa a causa delle strisce blu di Sostare.

"Lunedì scorso, infatti, durante uno dei sopralluoghi degli esponenti del Pd con residenti e commercianti, è emerso da subito che nel tratto di via di Sangiuliano, compreso tra via Ventimiglia e via Coppola, nonostante il traffico triplicato l'amministrazione ha realizzato sulla carreggiata dei parcheggi di Sostare: “Il risultato è un eccessivo restringimento della corsia di marcia – spiega Ruffino Inoltre, in quel tratto, il marciapiede è ampio appena 30 centimetri e gli stalli, realizzati proprio davanti i portoni d'ingresso dei palazzi di via di Sangiuliano, non consentono ai residenti di uscire da casa, specialmente se con delle carrozzine o semplicemente con delle buste della spesa. Insomma, gli abitanti sono segregati in casa per via di una scelta infelice e superficiale dell'amministrazione comunale, a cui chiediamo di trovare soluzioni immediate”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Librino, in 40 aggrediscono due agenti che tentavano di fermare una moto senza targa

  • Tentato omicidio a Palagonia, coltellate e spari dopo una lite: un ferito

  • Rientra e trova armi e oltre 6 chili di hashish nel suo deposito

  • "Gli italiani scelgono Catania per il Natale 2019 e il Capodanno 2020"

  • Scopre di essere incinta poco prima di partorire: ma la bambina muore

  • Agenti aggrediti a Librino, arrestato un diciottenne

Torna su
CataniaToday è in caricamento