rotate-mobile
Politica

Pnrr, Compagnone “Grave carenza di comunicazione fra governo regionale e parlamento"

Il deputato autonomista ha presieduto la Commissione per l’Esame dell’Attività dell’Unione Europea all’Ars convocata proprio per fare il punto sul Pnrr in Sicilia

Sul PNRR c’è stata una grave carenza di comunicazione fra Governo Regionale e il Parlamento che rischia di far deragliare questo fondamentale treno che sta passando che potrebbe risollevare le sorti della nostra Regione. Per questo mi sono fatto promotore di una precisa richiesta: nei prossimi giorni gli assessori della Giunta Musumeci presentino in aula il lavoro svolto fino ad ora ed ascoltino con attenzione le proposte della deputazione prima di andare avanti con ulteriori determinazioni. Ad affermarlo è il deputato autonomista Giuseppe Compagnone che nella mattinata di oggi ha presieduto la Commissione per l’Esame dell’Attività dell’Unione Europea all’ARS convocata proprio per fare il punto sul PNRR in Sicilia.

Alla seduta hanno preso parte l’assessore all’economia e vice presidente della Regione Siciliana Gaetano Armao, il presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana Gianfranco Miccichè, gli eurodeputati Caterina Chinnici e Giuseppe Milazzo, oltre ai deputati componenti della commissione.

“Purtroppo, per una dissennata scelta fatta dal Governo Nazionale, gran parte della programmazione degli interventi previsti dal PNRR non prevede il coinvolgimento della Regioni, ma ci sono diversi settori, come quelli che riguardano l’inclusione sociale, la scuola, la sanità, il turismo, in cui la Regione svolge una funzione strategica e non si può pensare che questa venga assolta senza confrontarsi con i territori e con i loro rappresentanti - prosegue Compagnone. - Nella Commissione UE che presiedo abbiamo lavorato per lungo tempo sul PNRR, inviando a dicembre del 2020 al presidente della Regione una risoluzione con delle proposte concrete, frutto di attente interlocuzioni con il territorio. Purtroppo mi pare che non sia stata adeguatamente presa in considerazione. Credo che ci sia ancora il tempo per cambiare rotta, mi auguro che non manchi la volontà”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pnrr, Compagnone “Grave carenza di comunicazione fra governo regionale e parlamento"

CataniaToday è in caricamento