rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Politica

Politiche, l'Ugl dice "no" a candidati non locali "calati dall'alto"

Il sindacato vicino al centrodestra, attraverso le parole del segretario etneo Giovanni Musumeci, esprime tutto il suo dissenso riguardo alla candidtaura di persone non legate al territorio

"Diciamo un secco no all'arrivo di candidati che non sono espressione di questo territorio. Nella quota 'proporzionale' il sistema delle liste bloccate con alternanza di genere, ancora una volta determinante, consegna senza dubbio ogni decisione nelle mani dei segretari di partito. Agli elettori quindi non rimarrà altro che ratificare, con un segno sul simbolo apposto nella scheda, quanto deciso in altre sedi quasi certamente distanti dall'area metropolitana di Catania". È la presa di posizione di Giovanni Musumeci, segretario dell'Ugl etnea, in vista delle elezioni del 25 settembre. 

"Un simile ragionamento - aggiunge - avverrà anche per la parte 'uninominale', dove a scegliere i candidati saranno o i singoli partiti o le coalizioni che dovranno così esprimere il nome unitario da far concorrere. In più questa sarà la prima elezione dopo la riduzione del numero dei parlamentari e la revisione dei collegi. Basti pensare che Catania e provincia in totale perderanno quasi il 50 per cento degli eletti. Numeri esigui che, rapportati all''ampiezza del territorio e alla popolazione, contribuiranno a marcare ancor di più la distanza tra eletto ed elettore".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Politiche, l'Ugl dice "no" a candidati non locali "calati dall'alto"

CataniaToday è in caricamento