Lavori al ponte Graci, il plauso del movimento "Guardiamo avanti"

Il commento positivo di Marco Corsaro e Ninni Anzalone, presidente e segretario del movimento civico "Guardiamo Avanti" di Misterbianco

"Accogliamo con soddisfazione la bella notizia dell'imminente avvio dei lavori di ricostruzione del Ponte Graci. Una svolta concreta, a dispetto di certi tempi lunghi della burocrazia in tema di infrastrutture, realizzata dal Governo Musumeci che aveva preso un preciso impegno nei confronti dei cittadini di Misterbianco e Motta Sant'Anastasia. Ma siamo anche di fronte a una risposta fattuale e incontestabile a certi tentativi da circo di gettare fumo negli occhi dei cittadini, compiuti dai locali rappresentanti grillini".

Lo affermano Marco Corsaro e Ninni Anzalone, presidente e segretario del movimento civico "Guardiamo Avanti" di Misterbianco, dopo l'annuncio da parte della Regione riguardo il ponte da ricostruire sulla statale 121 Catania-Paternò.

"Non era scontato - proseguono gli esponenti - che in pochi mesi il Governo Musumeci stanziasse oltre due milioni per ricostruire il Ponte Graci e riqualificare il sottopasso di via Rosolino Pilo. L'Assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone, col supporto del Genio civile di Catania, si è invece prontamente attivato dopo la demolizione per lenire i disagi di Misterbianco e Motta. Tutto ciò, occorre sottolineare, nonostante la Regione non fosse tenuta a farlo poiché si trattava di una strada comunale. Sono queste le concrete azioni che i cittadini vogliono da chi detiene posti di responsabilità politica - conclude la nota di "Guardiamo Avanti" - mentre le speculazioni e le polemiche, alimentate da politici che non lavorano al bene comune, allontanano sempre di più la gente dalle istituzioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Truffe alle assicurazioni, 36 indagati: coinvolti due avvocati

  • Bollo auto 2020: sconti e nuove modalità di pagamento

  • Blitz dei carabinieri, sgominata banda di spacciatori: 24 arresti

  • Mafia, asse tra clan Mazzei e cosche trapanesi: 28 arresti

  • Incidente stradale sulla Catania-Gela, auto sbanda e cappotta: morta una 41enne

  • Traffico di cocaina e hashish nel Catanese: i nomi degli arrestati

Torna su
CataniaToday è in caricamento