Suriano (M5S): "Proteste democratiche e pacifiche sono legittime"

Per la deputata del Movimento 5 Stelle "la stragrande maggioranza dei catanesi scesi a protestare non ha nulla a che spartire con quei pochi facinorosi"

"Le scene viste a Catania con una parte minoritaria, e non assolutamente rappresentativa della città, che ha fatto esplodere bombe carta, creato tensioni e tafferugli fanno indignare tutti i cittadini onesti. Fanno indignare anche chi in piazza è sceso in maniera pacifica, democratica, civile per esprimere il proprio legittimo dissenso. La stragrande maggioranza dei catanesi scesi a protestare non ha nulla a che spartire con quei pochi facinorosi che hanno rovinato una manifestazione democratica". Lo ha detto la deputata del Movimento Cinque Stelle Simona Suriano.

"Esprimo la mia solidarietà e vicinanza agli agenti delle forze dell'ordine - prosegue - e li ringrazio per il lavoro che quotidianamente svolgono per garantire sicurezza. Catania non può essere etichettata in maniera negativa per via di qualche scalmanato. Come Movimento Cinque Stelle esprimiamo vicinanza a tutte quelle categorie che stanno patendo difficoltà dovute alla crescita del tasso dei contagi e abbiamo chiesto al governo di dare immediati ristori a chi deve chiudere le proprie attività: nei prossimi giorni in gazzetta ufficiale verrà pubblicato il decreto per gli indennizzi alle varie categorie".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento