Ramacca, volantino anonimo di insulti contro un consigliere della Lega

La vittima è Gianluca D'Amico, ex assessore comunale, e attuale componente del civico consesso

Porta la data del 23 aprile, giorno dell'insediamento del consigliere comunale Gianluca D'Amico, ed è stato "diffuso" in città da qualche giorno. E' successo a Ramacca e l'anonimo scritto oggetto di un certo battage sui social, come dice a Catania Today lo stesso D'Amico, sarà oggetto di denuncia. Il volantino contiene dure e infamanti accuse contro il neoconsigliere che è stato anche, per circa dieci mesi, assessore della giunta Limoli.

Un clima pesante ed avvelenato ha partorito questo gesto teso a screditare il consigliere che è recentemente passato alla Lega di Salvini: "Mi sono dimesso da assessore e successivamente sono subentrato consigliere come primo dei non eletti. Sono entrato nella Lega e mi sono schierato apertamente essendo il primo consigliere leghista di Ramacca e faccio parte dei circoli della Lega dei Meridionali per Salvini presidente".

"Sono profondamente amareggiato - ha proseguito D'Amiico - dalle cattive e infondate accuse indirizzate nei miei confronti. Mi dispiace soprattutto per la sofferenza arrecata ai miei familiari e alle persone a me care, che ne sono venuti a conoscenza, durante peraltro la mia assenza dalla cittadinanza, di queste cattiverie gratuite senza fondamento e giustificato motivo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come ha già annunciato D'Amico si recherà dalle forze dell'ordine per cercare di individuare gli autori dello scritto anonimo. Ha ricevuto la solidarietà di diversi esponenti politici cittadini e dal gruppo di Fratelli d'Italia. Pare che alla base del clima "pesante" vi siano delle diatribe politiche cittadine e all'interno di alcune liste vi sarebbero delle tensioni relative alla composizione del civico consesso e ai patti pre elettorali siglati e che, secondo voci di corridoio, sarebbero venuti meno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reati fiscali, coinvolti nomi della cordata interessata al Calcio Catania: gli arrestati

  • Scoperto traffico di auto rubate: 5 in manette

  • Per ripicca contro il compagno butta il suo cane dal quarto piano: denunciata

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 10 luglio 2020

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, auto contro tir: morta una donna, grave il figlio

  • Abitazioni minacciate dalle fiamme a Motta Sant'Anastasia

Torna su
CataniaToday è in caricamento