Regionali, la deputata Concetta Raia lascia l’Ars dopo due mandati

“In politica non ci sono personalismi, non ci affezioniamo ai ruoli, all’interno delle istituzioni e della stessa squadra serve un turnover ma soprattutto serve coerenza contro i tornacontismi”

“Lascio quest’ultima competizione elettorale convinta che in politica, come in un gioco di squadra, conti guardare all’obiettivo finale e non a chi ha segnato il punto: non ci sono personalismi, non ci affezioniamo ai ruoli e, soprattutto, proviamo a praticare quello che predichiamo, mettendoci sempre la faccia. All’interno delle istituzioni e della stessa squadra serve un turnover, siamo e dobbiamo rimanere al servizio dei diritti e delle tutele degli elettori che scelgono sempre da chi farsi rappresentare”. Queste le parole della parlamentare regionale Concetta Raia, presidente della Commissione Esame delle attività dell'Unione Europea e componente della Commissione Attività Produttive, già vice presidente e componente Commissione UE e già componente della Commissione Ambiente e Territorio, nel corso della conferenza stampa in cui ha ufficializzato la decisione di non ricandidarsi alle prossime elezioni regionali, dopo due mandati consecutivi, passando il testimone per la nuova corsa allo scranno dell’assemblea siciliana al compagno di partito e amico di tante battaglie politiche e sindacali Angelo Villari.

“E’ una scelta che è in linea e coerente con la mia storia personale e politica – commenta Raia– la politica non è un fatto di poltrone, In questi giorni ne stiamo vedendo tante in giro, la coerenza in politica non è una delle migliori prassi e il tornacontismo è duro a morire”. “Angelo Villari può rappresentare davvero il territorio e i bisogni dei singoli, dei lavoratori, delle imprese e anche un segnale di continuità con quanto fatto da me, la sua storia incarna l’essenza del partito democratico”.

“Ringrazio Concetta perché non si incontra spesso in politica, chi rinuncia e decide di fermarsi in favore della squadra, soprattutto quando si è forti di quasi 10 mila consensi ottenuti la passata elettorale – ha ribadito Villari – naturalmente il progetto politico che ci accumuna sarà portato avanti”. “Lancio un monito – ammonisce Villari – stiamo attenti a usare i trasformisti. Noi pensiamo, e ne andiamo orgogliosi, che si debba evitare il rischio che questo partito smarrisca le ragioni della sua nascita, noi siamo in campo e lanciamo un appello unitario ai fondatori del partito democratico per ritrovare un PD che sia insieme di tanti tradizioni, popolare, che dia risposte ai bisogni dei cittadini per una società più giusta”.

“Noi lo avevano detto – aggiunge Raia – che il Pd non è un partito dove salire sul carro per poi scenderne, bisognava stare attenti. Mi auguro che il Partito Democratico lavori per vincere questa tornata elettorale, cercando di rappresentare quello che di buono è stato fatto ma soprattutto il nostro progetto politico, dobbiamo andare a recuperare quel voto dell’astensionismo che è più a sinistra di quanto non lo sia a destra”. “Questa non è la mia ultima conferenza stampa – tiene a sottolineare Concetta Raia – continuerò la mia attività da coordinatrice regionale dell’area laburista Sinistra PD. Tante cose devono essere fatte per la provincia e per la nostra Regione, continuerò a lavorare perché c’è tanto bisogno di politica”. “Ce l’ho messa tutta per dare il mio contributo e consegnare una Sicilia migliore di quella trovata – conclude Raia – Da una legge contro la violenza alle donne alla norma sulla doppia preferenza di genere che ci ha messo al passo con il resto d’Italia”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Una delle prime leggi varate è stata, poi, quella sul micro credito anche se purtroppo trova poco spazio di attuazione”. E ancora, la nuova rete ospedaliera e le disposizioni a tutela delle aziende agricole e contro il virus tristeza. Sono 53 i disegni di legge, firmati dalla deputata Raia. “Un ringraziamento personale, ai tanti compagni di partito che in questi anni mi hanno sostenuto, ai compagni del sindacato, della mia squadra di collaboratori e consentitemi anche un pubblico grazie a mio marito, Giacomo Rota, in questi anni sempre al mio fianco".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento