Rifiuti e corruzione, Fava: "Bianco si assuma responsabilità politica"

“Ancora una volta un’indagine dell'autorità giudiziaria evidenzia la stretta correlazione tra affare dei rifiuti e corruzione". Questa la dichiarazione del deputato regionale Claudio Fava

“Ancora una volta un’indagine dell'autorità giudiziaria evidenzia la stretta correlazione tra affare dei rifiuti e corruzione. E ancora una volta la politica delega ai magistrati un ruolo che dovrebbe essere suo. A Catania gli elementi di opacità apparivano così evidenti da spingerci a presentare un’interrogazione parlamentare all’Ars. L’amministrazione comunale e il sindaco Bianco non possono far finta di nulla mentre uomini di primo piano della macchina comunale finiscono in manette”. Così una nota di Claudio Fava, dopo lo scandalo dei rifiuti che ha travolto questa mattina il Comune di Catania.

“Se uomini di fiducia del sindaco erano a disposizione-come dice la procura-di illeciti interessi - aggiunge il deputato regionale -  Bianco deve assumersi le proprie responsabilità. Allo stesso modo tutta la classe politica catanese presente in consiglio comunale dovrebbe interrogarsi su una evidente omessa vigilanza, con poche e lodevoli eccezioni, mentre milioni di euro finivano per arricchire un articolato sistema di corruzione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento