Rifiuti, polemiche tra Cantarella e Bonaccorsi (M5S): "Non è la querelle Salvini - Di Maio"

Botta e risposta tra l'assessore all'ecologia e il consigliere comunale sullo spazzamento e sulla differenziata in città

Continua la polemica sui rifiuti sullo stato di pulizia delle vie cittadine. In particolare era stato il consigliere del Movimento Cinque Stelle Graziano Bonaccorsi, con una interrogazione, a sollevare la questione denunciando "lo stato critico delle arterie catanesi invase dai rifiuti" e la mancanza di penali alla ditta. Era seguito un botta e risposta con l'assessore all'ecologia Fabio Cantarella che, dopo l'ultimo intevento del consigliere, riprendere la parola per precisare alcuni dettagli in merito all'attuale appalto.

"Lo spazzamento meccanizzato è previsto dal capitolato d'appalto e lo si può trovare anche nel piano di intervento approvato dal consiglio comunale nel settembre del 2016 di cui il consigliere Bonaccorsi fa parte. Se avesse avuto il tempo di leggersi il suddetto piano avrebbe avuto modo di riscontrare che, accanto ad ogni via c'è segnalato MN che sta per manuale e MZ che sta per meccanizzato. Se si fa un piccolo conteggio si renderà conto che oltre l'80% delle strade è previsto lo spazzamento meccanizzato e solo per una quantità inferiore di strade al 20% è previsto quello manuale", spiega Cantarella.

"Questo appalto noi lo abbiamo ereditato, come lui ben dovrebbe sapere, dalla vecchia amministrazione e non possiamo cambiare le regole del gioco fino a quando non muterà il piano di intervento e faremo il nuovo appalto. Le regole non le fa l'assessore si fanno rispettando i procedimenti amministrativi e le leggi. Io ricevo ancora una volta un attacco strumentale dal consigliere del Movimento 5 Stelle il quale avrebbe fatto bene prima a documentarsi: ricordo che appena insediata una sua collega di partito pretendeva di bonificare un'area privata con un bando della Regione destinato alle aree pubbliche. Forse Bonaccorsi vedendo questo dibattito governativo con Di Maio che attacca Salvini pensa di poter fare lo stesso, si rilassi perchè lui non è Di Maio e soprattutto io non sono Salvini", ha proseguito l'assessore.

Cantarella passa in rassegna i progressi fatti finora: "La nostra differenziata che al cambio appalto segnava il 5,7%, oggi si avvicina al 13%. A breve avremo anche la convenzione con l'università e faremo la raccolta differenziata anche lì, aggiungendo altre piccole percentuali".

Infine la stoccata al consigliere pentastellato Bonaccorsi: "Gli consiglio di farsi una passeggiata a Roma governata dalla sua collega di partito si renderà conto che Catania, nonostante le mille difficoltà, se la passa molto meglio di tante altre grandi città. Nella capitale intere vie sono ripiene di rifiuti sparsi a destra e manca".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Elezioni Europee, i risultati a Catania: M5s primo partito, segue la Lega

  • Cronaca

    Meteo: rischio di temporali, allerta meteo "gialla" su Catania

  • Cronaca

    La polizia postale contro la criminalità online, La Bella: "Prima di ogni 'click' usiamo la testa"

  • Cronaca

    Vigili del fuoco, delegazione giapponese in visita al centro formazione

I più letti della settimana

  • Borgo, scende in strada e si dà fuoco: è in gravi condizioni

  • Insolito "via vai" fa scattare il blitz, sequestrati 100 chili di marijuana: arrestati 2 fratelli

  • Auto sospetta al viale Vittorio Veneto, intervento degli artificieri: allarme rientrato

  • Estorsione ai danni dei dipendenti: arriva interdizione titolare del distributore "Esso"

  • Elezioni europee: come si vota, le liste e i candidati

  • Evade dai domiciliari dopo un litigio con la moglie: "Meglio il carcere"

Torna su
CataniaToday è in caricamento