Riparte il centrodestra, manifestazione di Forza Italia

A Catania 'Riparte il centrodestra' con la volontà di seguire il percorso distinto dalla sinistra, già incarnato dal Pdl, e dalla azione sul territorio che ha per unico obiettivo la crescita delle comunità locali etnee

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

A Catania 'Riparte il centrodestra' con la volontà di seguire il percorso distinto dalla sinistra, già incarnato dal Pdl,  e dalla azione sul territorio che ha per unico obiettivo la crescita delle comunità locali etnee. Per Basilio Catanoso, Marco Falcone, Enzo Gibiino, Salvo Pogliese, Raffaele Stancanelli la politica è servizio, lealtà verso gli elettori, verso il proprio territorio. Senza tradimenti, orditi solo per continuare ad occupare posti di potere. Si prosegue, pertanto, sul percorso votato dagli elettori del Pdl 'per contrastare la sinistra ma anche per distinguersi dalla logica neocentrista che non ci rappresenta'. Per contrastare l'irrilevante, anzi, inesistente Governo regionale che affoga sempre più tra una dichiarazione e l'altra del suo presidente, per contrastare il finto Governo nazionale, miscuglio tra interessi e l'incapacità a sostenere l'urlo del Paese che chiede sostegno, anzi un impulso di forte ripresa. Bisogna riaffermare la voglia della politica del cambiamento: cambiare l'Italia, la Sicilia, Catania incarnando le aspettative e il vigore della gente, con lo stesso trascinamento che caretterizzò il centrodestra agli inizi degli anni Novanta. Oggi, con la ripartenza del centrodestra è tornata in Italia la voglia di fare politica partendo dalla base, dalla libertà di ciascuno di essere capitano di se stesso, anello fondante di una comunità libera. E una comunità è libera se è assicurata dal bipolarismo, ragione di crescita di una Nazione. Una comunità è libera se è assicurata da un partito aperto, sincero, giovane, presente, in cui tutti remano verso la stessa direzione. A Catania riparte il centrodestra nel  momento in cui il Governo nazionale non  rispetta più il patto sottoscritto in tempi di profonda criticità per il Paese, riparte il centrodestra mentre il Governo regionale è assente in ogni ambito della quotidianità dei siciliani.  Ecco perchè non era più possibile stare con questo Governo nazionale, dove c'è pure chi non ha nè arte nè parte e che presenta una Legge di stabilità che prevede tassazioni non sostenibili dagli italiani, a partire da quella sulla casa che è bene primario delle famiglie, o che per fare cassa svende i beni di famiglia. E se riparte il centrodestra da Catania, riparte per la gente, per le idee e perchè queste ripartano dalla gente. Un centrodestra libero, che si stringe su Berlusconi, che si stringe sui valori di libertà, con coerenza. Un centrodestra con dentro tante esperienze che si ritrovano per sollevare le sorti della Nazione, con chiarezza e trasparenza.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento