Politica

Rissa tra lavavetri, Messina (FdI): "Colpa di Bianco che non fa rispettare le ordinanze"

"E' necessario mettere un freno, ma il sindaco è più impegnato a fare o promettere inaugurazioni di facciata piuttosto che garantire la sicurezza del territorio cittadino", ha dichiarato il consigliere

"Se le strade del centro di Catania sono divenute pericolose, ovvero palcoscenici per cruente lotte etniche tra lavavetri, la colpa è dell’Amministrazione Bianco". Questo il commento Manlio Messina, consigliere comunale d’opposizione al comune di Catania, sulla vicenda della violenta rissa fra lavavetri scoppiate in via Vincenzo Giuffrida.

Sotto la precedente amministrazione, guidata da Raffaele Stancanelli, Messina spiega di aver "ottenuto un’ordinanza che vietava l'attività di lavavetri e venditori abusivi su aree stradali ad uso pubblico". "Il provvedimento si rese operativo, con grandi e positivi risultati, durante gli ultimi mesi di legislatura ma con Bianco l’ordinanza venne accantonata", spiega ancora. 

"Come è solito, il sindaco Bianco è risultato sordo alle nostre richieste - ha dichiarato infine Messina - il risultato odierno è che, a parte il consistente aumento di lavavetri e venditori abusivi che intralciano il traffico e spaventano gli automobilisti, soprattutto le donne, si verificano violente lotte per spartirsi il territorio. Se in questi ultimi due giorni il numero degli abusivi è diminuito lo si deve ai controlli attuati dalla polizia. Ma per quanto tempo durerà la calma senza provvedimenti seri per arginare il fenomeno? E' necessario mettere un freno, ma il sindaco è più impegnato a fare o promettere inaugurazioni di facciata piuttosto che garantire la sicurezza del territorio cittadino".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rissa tra lavavetri, Messina (FdI): "Colpa di Bianco che non fa rispettare le ordinanze"

CataniaToday è in caricamento