Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

Operaio edile morto nel catanese, Saitta (M5S): “Inquietante storia di lavoro nero"

Il deputato alla Camera ha chiesto giustizia per l'uomo deceduto a seguito di una caduta. Le indagini dei carabinieri hanno puntato i riflettori sulle responsabilità di un imprenditore

Il deputato alla Camera del Movimento Cinque Stelle Eugenio Saitta, componente della commissione Giustizia, è intervenuto su una morte bianca avvenuta a Ramacca, nel catanese, e che ha visto una denuncia per omicidio colposo di un imprenditore edile il quale avrebbe cercato di depistare le indagini.

“Innanzitutto mi preme ringraziare l’Arma dei Carabinieri che ha svolto una certosina indagine che ha appurato come si sia tentato di depistare le indagini cancellando tracce e prove della presenza dell’operaio edile, in nero, nel cantiere dell’imprenditore. L’operaio è deceduto a seguito di una caduta lo scorso 15 febbraio dopo alcuni giorni di terribile agonia: sia fatta giustizia per lui, per la sua famiglia, per una morte che, se confermate le ipotesi, è figlia del lavoro nero e  stava per essere insabbiata da chi avrebbe dovuto invece tutelare la sicurezza”, ha dichiarato Saitta.

“Un cantiere irregolare, il mancato rispetto delle norme l norme antinfortunistiche e una ricostruzione di fantasia per depistare le indagini: tutti elementi di una tragedia sulla quale bisogna far luce. Confidiamo adesso nelle istituzioni e nella giustizia. Queste tragedie non debbono mai più ripetersi e in primis noi esponenti dei cittadini dobbiamo tutelare la vita dei lavoratori”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operaio edile morto nel catanese, Saitta (M5S): “Inquietante storia di lavoro nero"

CataniaToday è in caricamento