Salva Catania, botta e risposta tra Barbagallo, Sammartino e Falcone

Falcone replica alla nota dei deputati regionali dem Anthony Barbagallo e Luca Sammartino riguardo la votazione del “Salva Catania” all’Ars.

“Constatiamo come, dopo il loro sbaglio, i colleghi Sammartino e Barbagallo del Pd tentino di dare giustificazioni a un comportamento che non ne merita. Affermare che si sono sottratti dal voto finale della legge che comprendeva il "Salva Catania", perché nella stessa ci sarebbero state delle 'marchette', non solo non corrisponde al vero, ma rischia di rasentare la malafede. Il "Salva Catania" era infatti un emendamento aggiuntivo, fatto votare dal presidente Micciché nell’indifferenza dell’aula, perché il resto di legge, completata appunto con il Salva Catania, è fatto da appena otto articoli molto tecnici che riguardano il personale e gli enti locali”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Interviene così Marco Falcone, commissario di Forza Italia per la provincia di Catania, replicando alla nota dei deputati regionali dem Anthony Barbagallo e Luca Sammartino riguardo la votazione del “Salva Catania” all’Ars. “Il dato che emerge, in realtà, è che, su proposta di Forza Italia, il centrodestra compatto ha votato una norma che, oltre ad aiutare Catania, potrà essere molto utile ad altri comuni dell’Isola che oggi si trovano in difficoltà”, conclude Falcone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Motociclista 47enne in gravi condizioni al Cannizzaro

  • Prezzi delle case a Catania: la mappa zona per zona

  • Coronavirus, in Sicilia due nuovi casi e un morto

  • Superbonus edilizia: "Accelerare i tempi, serve meno burocrazia"

  • Rete di pusher agiva in diverse piazze di spaccio, scattano gli arresti

  • Coronavirus, in Sicilia situazione stabile: scoperto un nuovo caso

Torna su
CataniaToday è in caricamento