menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il centrodestra esulta per il reintegro di Pogliese: le reazioni

Il Tribunale civile di Catania ha trasmesso gli atti della richiesta di "annullamento" alla Corte costituzionale sulla sospensione dall'incarico di sindaco di Salvo Pogliese

Non si sono fatte attendere le reazioni immediate della politica in seguito al reintegro di Salvo Pogliese a Sindaco di Catania. ll Tribunale civile di Catania, accogliendo la richiesta del collegio di difesa sulla fondatezza della questione di legittimità costituzionale relativa all'applicazione della legge Severino, ha trasmesso gli atti della richiesta di "annullamento" alla Corte costituzionale sulla sospensione dall'incarico di sindaco di Salvo Pogliese. La decisione è esecutiva e Pogliese, che era stato sospeso dall'incarico per 18 mesi per essere stato condannato a quattro anni e tre mesi per peculato dal Tribunale di Palermo per l'uso di rimborsi spese quando era capogruppo all'Ars del Pdl, è stato reintegrato nell'incarico di sindaco.

"Bisogna avere sempre fiducia nella giustizia. A Salvo Pogliese, che torna nel ruolo affidatogli dal popolo, va il mio più sincero augurio di riprendere un lavoro mai interrotto dall'amministrazione comunale di Catania. Ci vorrà tempo perché la pandemia ci restituisca a quella normalità che tutti inseguiamo. Tante decisioni dovranno essere ancora assunte e il quadro amministrativo rafforzato dalla presenza del sindaco eletto dai cittadini è un importante elemento di stabilità". Lo dichiara il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci.

“Con soddisfazione accogliamo la notizia del reintegro del sindaco Salvo Pogliese nel ruolo per cui era stato scelto dalla maggioranza dei catanesi. Si ristabilisce l’equilibrio democratico nell’amministrazione della nona città d’Italia. Catania vive, come tutto il Paese, un momento difficile ma ha saputo dimostrare tenacia e volontà di rialzarsi. Lo stesso ha fatto l’amico Salvo, confidando in questo primo buon esito della vicenda giudiziaria che lo riguarda. Siamo felici e molto vicini umanamente al sindaco che ritorna in campo, con l’entusiasmo e la capacità che lo ha sempre contraddistinto. Un grazie anche a tutti coloro che si sono impegnati, in questi mesi complicati, per traghettare la città sempre nel solco del buongoverno”. Lo dichiarano Marco Falcone, commissario provinciale di Forza Italia, l’assessore comunale catanese Michele Cristaldi e i consiglieri etnei FI Giovanni Petralia, Agatino Giusti e Dario Grasso, a seguito dell’esito del ricorso sulla sospensione di Salvo Pogliese dalla carica di sindaco di Catania.

"La notizia del reintegro del sindaco di Catania Salvo Pogliese ci riempie di gioia. Il tribunale di Catania ha infatti riconosciuto la fondatezza della questione di legittimità costituzionale relativa all’applicazione della legge, demandandone la risoluzione alla Corte Costituzionale". Ha esordito così il candidato a sindaco di Vittoria Salvo Sallemi, esponente di Fratelli d'Italia e sostenuto dall'intera coalizione di centro destra. "Abbiamo sempre sostenuto Salvo Pogliese nel corso di questi mesi, fiduciosi rispetto all’esito di un provvedimento atteso e finalmente arrivato. Sono certo che Salvo potrà dimostrare nei successivi gradi di giudizio la sua piena estraneità rispetto ai fatti contestati nel procedimento che ha fatto scaturire la sospensione. Ogni comunità ha bisogno del suo sindaco e siamo felici nel sapere che Salvo porterà avanti il suo grande lavoro per Catania, in attesa che anche a Vittoria torni la democrazia e un sindaco eletto dai cittadini", ha concluso Sallemi.

"La decisione assunta dal Tribunale di Catania, che rinvia alla Corte Costituzionale la questione di legittimità della Legge Severino, è atto significativo che pone dubbi sostanziali quantomeno sulla parte della Legge che prevede la sospensione dagli incarichi dopo il primo grado di giudizio". E' quanto afferma Basilio Catanoso, di Fratelli d'Italia.
"Sono felice per Salvo, perché sappiamo quanto tenga a guidare la comunità catanese, peraltro in un periodo storico travagliato e fuori dai normali schemi. Sono felice per la Città di Catania, perché ritrova il proprio sindaco, democraticamente eletto già al primo turno di votazioni, e per il territorio della provincia etnea - prosegue Catanoso -. Adesso sarebbe giusto occuparsi della vicenda a livello politico e parlamentare, per rimettere la cosiddetta Legge Severino in linea con il diritto dei cittadini".

"Apprendiamo con gioia la notizia del ritorno di Salvo Pogliese a Palazzo degli Elefanti. La decisione che stabilisce la sospensione dell'applicazione della Legge Severino consente al sindaco di Catania di tornare alla guida del Comune e della Città Metropolitana: una responsabilità che la maggioranza dei catanesi gli ha conferito con largo consenso". Con queste parole il sindaco di Gravina di Catania  e presidente del movimento  "Avanguardia" Massimiliano Giammusso commenta l'ordinanza della prima sezione Civile del Tribunale di Catania che dispone il reintegro di Salvo Pogliese nella carica di primo cittadino di Catania. "Grazie al lavoro svolto e alle argomentazioni proposte dal collegio difensivo, composto dal professor Felice Giuffrè, e dagli avvocati Claudio Milazzo ed Eugenio Marano, il giudice ha accolto i dubbi sollevati relativi alla legittimità costituzionale della Legge Severino - ha continuato Giammusso - ristabilendo il principio del rispetto della volontà popolare. Principio che deve tornare ad essere il fondamentale cardine dell'azione del Legislatore nazionale in merito alla revisione della stessa legge Severino, e al rispetto della reciproca autonomia tra istituzioni democratiche e ordinamento giudiziario. Una battaglia che la buona Politica deve necessariamente e legittimamente condurre, a partire proprio da Fratelli d'Italia, partito che può certamente vantare una classe dirigente appassionata e competente e che deve prendere posizione certa in difesa di chi oggi si si dedica con forza e passione ad essa. La buona Politica oggi troppo spesso colpita oltre misura dalla criminalizzazione pregiudiziale nei confronti di chiunque si voglia adoperare con grande sacrificio al servizio della propria Comunità, misurandosi col consenso popolare. Rinnovo le mie felicitazioni a Salvo Pogliese e sono sicuro che tornerà ad amministare Catania e la città metropolitana con ancora più determinazione. Ben tornato Salvo".

"Al Sindaco Salvo Pogliese esprimiamo piena soddisfazione per il reintegro nella carica di primo cittadino della Città di Catania, auspicandone la prosecuzione anche all’esito del giudizio della Corte Costituzionale che sarà pronunziato  nei prossimi giorni". Lo affermano l’Assessore ai Servizi Sociali Giuseppe Lombardo e i Consiglieri del Gruppo Grande Catania.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Alimentazione

Aglio: tipologie, proprietà e benefici

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento