San Giovanni La Punta, FDI sospende Iraci e Bottino dal partito

Il coordinatore provinciale Alberto Cardillo ha precisato che il comitato civico promosso dai due esponenti puntesi in vista delle amministrative non è riconducibile al partito

Il percorso verso le amministrative ai piedi dell'Etna inizia in maniera tortuosa per Fratelli d'Italia: il caso di San Giovanni la Punta potrebbe rendere palese un conflitto interno che fino ad ora era rimasto relegato alle riunioni di partito e ad alcuni "rumors" giornalistici. Il coordinatore provinciale Alberto Cardillo ha diramato una nota con la quale prende posizione in merito alla nascita del comitato civico "Alleanza Puntese", promosso, tra gli altri, dall'ex presidente del Consiglio comunale Laura Iraci e dal consigliere Giovanni Bottino: proprio i due esponenti che hanno qualche tempo fa costituito il gruppo FdI in seno al civico consesso puntese. Un percoso civico finalizzato ad affrontare la competizione elettorale a sostegno del sindaco uscente Nino Bellia. "Il coordinamento provinciale di Fratelli d'Italia - si legge nella nota firmata da Cardillo -  precisa che il partito non è fautore e non condivide il percorso intrapreso da esponenti locali, i quali hanno dato vita ad un movimento civico denominato 'Alleanza Puntese', questi, laddove tesserati, sono sospesi con effetto immediato dal partito e non sono titolati ad utilizzare in nessuna forma simbolo e sigla di Fratelli d'Italia". Sospesi dal partito i "disobbedienti" Laura Iraci e Giovanni Bottino.

Il terreno di scontro, in questi ultimi mesi, è stato proprio il nome del candidato sindaco, sul quale le varie anime del partito non avevano trovato una convergenza. Tra i nomi in ballo c'era Santo Trovato e Giuseppe Toscano, il quale però sembra già aver fatto un passo indietro. La presentazione del comitato civico che fa riferimento alla Iraci e a Bottino è avvenuta appena un giono fa: "La mission del comitato - hanno spiegato i consiglieri - è di riuscire a dare voce a tutte le anime del territorio che vorranno costruire insieme a noi un programma elettorale su misura per San Giovanni La Punta. Il bene comune continuerà ad essere al centro delle nostre azioni politiche attraverso il miglioramento di strutture e servizi, e pianificando soluzioni ottimali che possano rispondere alle esigenze dei singoli quartieri". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento