menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tremestieri, il candidato Nicosia: "Grave speculare sulla mia positività al Covid"

Santo Nicosia, che concorre alla carica di primo cittadino, in una nota ha stigmatizzato alcuni comportamenti tenuti dagli avversari nel corso degli ultimi giorni

"Speculare sulla mia vicenda umana e sanitaria lo trovo di una gravità inaudita”. Così Santo Nicosia, candidato sindaco a Tremestieri Etneo, che nei giorni scorsi con un gesto di grande onestà ha comunicato di essere risultato positivo al Coronavirus. “Non avrei mai pensato che l’attuale sindaco – spiega Nicosia – ne avesse approfittato per ottenere visibilità e consenso elettorale. Voglio precisare, per chiarezza, che sono stato io ad attivarmi, informando immediatamente l’Asp e successivamente l’assessorato regionale alla salute. Ho chiesto sin da subito, a tutela delle persone, che si attivasse un punto mobile(allestito questa mattina) per effettuare i tamponi veloci a quanti avevano avuto contatti “ravvicinati” con me. Peraltro, nell’immediato e in un laboratorio privato, mi sono premurato di sottoporre al test del tampone i miei collaboratori più stretti oltre che i miei famigliari. Tutti risultati negativi. E quanti stamane hanno fatto il test, quasi 50, sono risultati negativi. E questa è una bellissima notizia. Stamane, però, a Tremestieri Etneo, ritardi e organizzazione a parte, si è assistito ad una scena indecente. Il sindaco senza mascherina appiccicato ai sanitari che rilasciava interviste televisive, coordinava le operazioni, si intratteneva con i presenti con comizi improvvisati".

Poi ha proseguito Nicosia: "Aggiungo: non capisco la ragione per la quale intorno alle 14 sono stati chiusi i cancelli e si è provveduto a far fare i tamponi esclusivamente ai dipendenti comunali. Insomma: si è approfittato della vicenda per “regalare” tamponi gratuiti. C’è di più, attraverso la pagina istituzionale del comune ha annunciato che i tamponi proseguiranno anche domani, quasi fosse un “dono” da campagna elettorale ai tremestieresi. Mi duole dirlo, ma evidentemente non si è capita la delicatezza della vicenda. Da un rappresentate delle istituzioni non mi sarei mai aspettato questo comportamento. La vicenda, inoltre, è anche amplificata attraverso sostenitori compiacenti che non perdono occasione, anche sui social, per mettere in cattiva luce me e il gruppo politico che mi sostiene. Anche questo è un comportamento vergognoso".

Il candidato a sindaco di Tremestieri ha poi ricostruito "il momento del contagio": "Dovrebbe essere avvenuto a fine agosto dopo un incontro con un candidato al consiglio comunale di San Giovanni la Punta. Quest’ultimo, contrariamente a quello che ho fatto io, non ha ritenuto necessario rendere pubblico il suo contagio. Ad oggi risulta ancora positivo, dopo un periodo trascorso in ospedale".

Infine ha detto di essere in buone condizioni di salute e di essere pronto, quando sarà guarito, a riprendere la campagna elettorale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Catania arriva PonyU Express: per negozianti e privati

Salute

Bromelina: cos'è, proprietà e benefici

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento