Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Politica

Pogliese e Cannella contro la scarcerazione dei boss per Coronavirus

Per i due esponenti di Fdl "il Governo continua a emanare confusi provvedimenti per condizionare la vita dei cittadini italiani"

“Lascia sgomenti l’immobilismo del governo Conte e della maggioranza Pd-M5S che lo sostiene, di fronte alla continua fuoriuscita dal carcere di boss mafiosi, proprio oggi ultimo in ordine di tempo Angelo Porcino, ritenuto elemento di spicco del clan malavitoso di Barcellona Pozzo di Gotto, esecutore dell’omicidio del giornalista Beppe Alfano”. Lo dichiarano gli onorevoli Giampiero Cannella e Salvo Pogliese, rispettivamente coordinatore regionale Sicilia occidentale e orientale di Fratelli d’Italia.

“E’ paradossale che il Governo continui a emanare confusi provvedimenti per condizionare la vita dei cittadini italiani - forse anche incostituzionali - con il pretesto del coronavirus, mentre il Premier e il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede assistono inermi alle scarcerazioni dei capimafia detenuti, senza reagire con un decreto legge che blocchi i domiciliari a questi pericolosi pregiudicati, con il Dap che continua a cincischiare con atteggiamenti ondivaghi”. Giorgia Meloni e Fratelli d’Italia denunziano, insieme alla stragrande maggioranza degli italiani, l’inadeguatezza dell'esecutivo nazionale a governare il Paese. Salvino almeno la faccia bloccando subito il ritorno a casa di tanti pericolosi mafiosi che mettono a rischio la sicurezza dei cittadini. Su una cosa siamo tutti d’accordo: a casa ci deve ritornare il Governo Conte e non i mafiosi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pogliese e Cannella contro la scarcerazione dei boss per Coronavirus

CataniaToday è in caricamento