Domenica, 25 Luglio 2021
Politica

Sversamenti alla Plaia, Suriano (Misto): “Gestione inadeguata di Comune e Sidra"

Dopo la decisione del tribunale che ha disposto la "chiusura" del canale Arci è intervenuta la deputata etnea

Sulla vicenda degli scarichi nel mare della Plaia di Catania, provenienti dalla zona industriale di Catania, è intervenuta la deputata Simona Suriano. Di recente vi è stata la decisione del tribunale che ha disposto l'interruzione dello sversamento in mare attraverso la "chiusura" del canale. 

“Ci voleva un provvedimento del tribunale per far cessare uno scempio ambientale - dice Suriano - che stava compromettendo la stagione estiva catanese con un calo di presenze dei bagnanti e un calo di fatturato per le imprese balneari. Nel 2021 è inconcepibile che vi siano ancora sversamenti di questo genere e di questa portata in mare e perdipiù abbiamo assistito a una sorta di rimpallo tra Comune e Sidra che poi sono, nei fatti, la stessa cosa”.

Poi ha aggiunto: “Se la situazione era nota da tempo perché già durante questo inverno il Comune non ha denunciato pubblicamente? - attacca la deputata -. Perché non ha preso contezza del problema e perché non è intervenuto? C’è già una commissione parlamentare che sta appurando questi fatti ma risulta inconcepibile come un problema antico sia esploso in maniera così virulenta compromettendo la stagione estiva. In un Paese civile è inammissibile che si debba risolvere a tonnellate di sabbia per sbarrare il corso d’acqua che poi in autunno verrà riaperto. In un Paese civile è inconcepibile che per anni e anni siano state adottate queste pratiche rudimentali. Dove sono depurazione e fogna nella zona industriale? Anni e anni di cattiva politica hanno ridotto Catania in questo stato”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sversamenti alla Plaia, Suriano (Misto): “Gestione inadeguata di Comune e Sidra"

CataniaToday è in caricamento