Simona Suriano rappresenta l’Italia in Cina nel Forum di Chongqing

Ha sottolineato l’importanza degli accordi intrapresi per aprire la Via della Seta e la valenza di un asse commerciale con l’Europa

La deputata catanese Simona Suriano del Movimento 5 Stelle ha rappresentato l’Italia in Cina nel Forum di Chongqing Ha rappresentato il nostro Paese nel Forum sulla Via della Seta che è in corso di svolgimento nella città cinese di Chongqing. Si tratta della deputata siciliana Simona Suriano, del Movimento Cinque Stelle, che è compenente della Commissione Affari Esteri della Camera.

La deputata, nel corso del suo intervento, ha sottolineato l’importanza economica e culturale degli accordi intrapresi per aprire la Via della Seta e la valenza di un asse commerciale con l’Europa, evidenziando l’indispensabilità strategica del Sud Italia e della Sicilia in particolare. “E’ stato un grande onore – spiega l’esponente del Movimento Cinque Stelle Simona Suriano – poter rappresentare il nostro Paese nel corso di un Forum così importante tenuto in una delle città più sviluppate dell’intera Cina, definita la Chicago d’Oriente per i suoi collegamenti e per essere un vero e proprio crocevia infrastrutturale, nonché testa di ponte con l’Europa”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Nel corso del mio intervento – prosegue Suriano -, tenutosi duranta l’apertura dei lavori del Forum sulla Via della Seta, ho sottolineato l’importanza della recente firma tra I nostri due governi del memorandum Italia – Cina. Siamo stati il primo Paese del G7 a cogliere questa importante opportunità per lo sviluppo commerciale”. “Ho sottolineato – conclude Suriano – la grande importanza dell’area del bacino del Mediteranneo per la Via della Seta. In particolare la Sicilia, con la sua posizione strategica e i suoi porti, può rappresentare, nel futuro prossimo, uno snodo importante per il commercio, traendone indubbi benefici.Benefici che stanno già arrivando con l’aumento dell’export siciliano in Cina a seguito degli accordi siglati dal Governo. Le nostre eccellenze, come ad esempio le arance rosse, sono molto richieste e proprio pochi giorni fa ne sono partite altre 20 tonnellate che saranno vendute nelle zone di Pechino, Shanghai, Ningbo e Guangzhou, ma anche online e saranno acquistabili su uno dei più noti portali d’oriente”, ha concluso la Suriano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 3 luglio 2020

  • Motociclista 47enne in gravi condizioni al Cannizzaro

  • Non ce l’ha fatta Peppino Rizza, era ricoverato dal 10 giugno al Cannizzaro

  • Coronavirus, in Sicilia due nuovi casi e un morto

  • Corsa clandestina, il cavallo cade in un fossato e muore: 16 denunciati

  • "Dammi i soldi o ti spezzo le gambe", arrestato mentre attende la vittima sotto casa

Torna su
CataniaToday è in caricamento