Stancanelli riceve una diffida dalla Regione per il ritardo del Prg

Il Sindaco ha ricevuto una diffida dalla Regione perché in ritardo con la consegna del piano Urbanistico, vecchio di 50 anni. La città rischia la supervisione di un commissario straordinario

Raffaele Stancanelli - sindaco di Catania

La vicenda del piano regolatore è una storia vecchia di 50 anni. Infatti, la città di Catania ha ancora il Piano urbanistico del 1964, redatto da Luigi Piccinato, che ovviamente è obsoleto per gli attuali fabbisogni cittadini.

Così, il Dipartimento Regionale all’Urbanistica ha inviato una lettera di diffida al sindaco Raffaele Stancanelli, affinché entro trenta giorni invii chiarimenti su alcuni punti relativi al tanto atteso piano regolatore.  In caso in cui non sia rispettato tale limite di tempo, verrà inviato a Catania un commissario ad acta.

Nella missiva, i funzionari della Regione puntualizzano che nel dicembre del 2010 il Comune aveva fatto sapere che la trasmissione dello strumento urbanistico in consiglio comunale sarebbe avvenuta entro lo scorso mese di giugno. Una scadenza non rispettata. Motivo per cui la Regione, non avendo a oggi ricevuto alcun aggiornamento in merito, ha invitato Palazzo degli Elefanti a dare notizie sullo stato dell'iter dello strumento urbanistico.

Ovviamente, 50 anni di ritardo non sono dovuti solo all’attuale giunta Stancanelli. La storia del "nuovo" piano regolatore risale al 1993 quando il sindaco Enzo Bianco, fresco di elezione, avviò un processo di riforma del Prg, affidando l’incarico a Pier Luigi Cervellati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tre anni dopo, il lavoro di Cervellati fu ritirato dall’amministrazione Bianco che nel 1999 passò l’incarico all’architetto Antonio Latini. Una decisione che non ebbe gli effetti sperati, al di là di una serie di convegni e dibattiti. Nel dicembre 2004, la giunta guidata da Umberto Scapagnini dopo alcuni anni di lavoro trasmise il Prg al Consiglio. L’adozione sembrava cosa ormai fatta, ma il dibattito ben presto si arenò fino alla definitiva chiusura. Infine, si è arrivati ad oggi e al ritardo della giunta Stancanelli nel consegnare il progetto.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, nel mirino i "fedeli collaboratori" del clan Santapaola-Ercolano: 21 arresti

  • Via Leopardi, carabinieri scoprono un "buco" che collegava una casa disabitata ad una banca

  • Incidente stradale a Paternò, scontro fra due mezzi pesanti: un morto

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • "Iddu" e "idda": il terrore di Giarre e Riposto, stroncata dai carabinieri la cupola di La Motta

  • Covid, bonus matrimonio: governo Musumeci stanzia oltre 3 milioni di euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento