Aumento Tari a Trecastagni, l'ex assessore Trovato chiede l'intervento del prefetto

Il comune, retto dai commissari dopo lo scioglimento, decide di aumentare la tassa nonostante la differenziata al 40%

"La commissione prefettizia insediatasi a Trecastagni ha approvato il piano economico e finanziario per la determinazione dei costi del servizio di nettenza urbana (PEF), prevedendo un aumento di spesa di 300 mila euro rispetto al 2018. Questo fatto è assolutamente inspiegabile".

Lo afferma Raffaele Trovato, ex assessore del comune di Trecastagni, che aggiunge: "Nonostante sia stato raggiunto il 40% di raccolta differenziata e il servizio di raccolto non è migliorato, si è deciso di mettere le mani nelle tasche dei cittadini, colpendo maggiormente le famiglie e le imprese, con buona pace della senatrice Drago, la quale si è congratulata per il buon lavoro svolto dalla commissione. Mi auguro che il prefetto di Catania intervenga per porre fine a questo inefficiente modo di amministrare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento