Aumento Tari a Trecastagni, l'ex assessore Trovato chiede l'intervento del prefetto

Il comune, retto dai commissari dopo lo scioglimento, decide di aumentare la tassa nonostante la differenziata al 40%

"La commissione prefettizia insediatasi a Trecastagni ha approvato il piano economico e finanziario per la determinazione dei costi del servizio di nettenza urbana (PEF), prevedendo un aumento di spesa di 300 mila euro rispetto al 2018. Questo fatto è assolutamente inspiegabile".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo afferma Raffaele Trovato, ex assessore del comune di Trecastagni, che aggiunge: "Nonostante sia stato raggiunto il 40% di raccolta differenziata e il servizio di raccolto non è migliorato, si è deciso di mettere le mani nelle tasche dei cittadini, colpendo maggiormente le famiglie e le imprese, con buona pace della senatrice Drago, la quale si è congratulata per il buon lavoro svolto dalla commissione. Mi auguro che il prefetto di Catania intervenga per porre fine a questo inefficiente modo di amministrare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale al viale Mario Rapisardi, scontro tra un camion e un'auto: morta una donna

  • Motociclista 47enne in gravi condizioni al Cannizzaro

  • Prezzi delle case a Catania: la mappa zona per zona

  • Coronavirus, in Sicilia due nuovi casi e un morto

  • Superbonus edilizia: "Accelerare i tempi, serve meno burocrazia"

  • Coronavirus, in Sicilia situazione stabile: scoperto un nuovo caso

Torna su
CataniaToday è in caricamento